Quantcast

Andrea Napoli schiera Luino Civica con Casali: “In campo per realizzare progetti concreti”

La lista è composta da "dipendenti, commercianti, imprenditori e professionisti responsabili" che Napoli schiera al fianco del Carroccio per l'imminente tornata elettorale

andrea napoli

Andrea Napoli ufficializza con una lettera la candidatura della sua area civica al fianco di Alessandro Casali, aspirante sindaco della Lega e di Lombardia Ideale. Si chiama Luino Civica, una lista composta da “dipendenti, commercianti, imprenditori e professionisti responsabili” che Napoli schiera al fianco del Carroccio per l’imminente tornata elettorale. “Perché la Lega – spiega -, ci ha offerto, contrariamente ad altri, disponibilità, correttezza, schiettezza, trasparenza, condivisione di idee, progetti e competenza amministrativa, cioè tutto quello che chiedevamo e che ci serviva per poter realizzare il nostro sogno”.

Ecco il testo completo della lettera con la quale Napoli ufficializza l’impegno di Luino Civica:


“Buongiorno luinesi,
ovvero tutti voi che abitate da via Torretta fino al “Campaccio” e , passando da Biviglione, fino a via Gorizia e che dalla Bedea arrivate al lago passando o da Pianazzo, Moncucco e Creva, o dalle Motte, Bonga, Villaggio Menotti e Carnella.
Dopo che gli altri vi hanno illustrato ragioni di schieramento e programmi, vi voglio raccontare di me e del gruppo di area civica.
Alcune settimane or sono è stata pubblicata una mia lettera* per mezzo della quale invitavo i futuri amministratori e le opposizioni a lavorare per restituire a Luino e ai luinesi voglia di fare, energia e ottimismo. Non vi nascondo che il ritorno che ha avuto (oggi lo chiamerebbero feedback) mi ha dapprima lusingato e poi convinto che il mio pensiero era davvero vicino al vostro sentire comune.
A questo punto l’idea di passare dal dire al fare e diventare portavoce attivo mi ha spinto a riunire un gruppo che volesse dare un contributo concreto alla realizzazione di quanto proposto nella lettera, che resterà per noi come una sorta di “manifesto”.
Da qui nasce Luino Civica; dipendenti, commercianti, imprenditori e professionisti responsabili, competenti, seri, ognuno con uno specchiato curriculum professionale per il proprio settore di provenienza, con un unico dichiarato obiettivo: la cura e lo sviluppo di Luino e un’attenzione particolare alle esigenze quotidiane dei suoi abitanti.
Il nostro programma? A breve lo vedrete pensato, scritto e condiviso con Lega e Lombardia Ideale perché siamo dell’idea che, se vuoi arrivare primo corri da solo, ma se vuoi arrivare lontano …. cammina in gruppo!!!
Quindi nessuna anticipazione in tal senso. Per ora però vi posso dire cosa non faremo.
Non stamperemo moneta, non vi aizzeremo sui social alla ribellione contro le inefficienze amministrative, non ci vedrete con ghirlande di fiori al collo suonare la chitarra in riva al lago vagheggiando di una Luino utopica, non ci vedrete compiere salti mortali tra un’estremità e l’altra dell’arco parlamentare per realizzare un unico personalissimo sogno da primo cittadino.
No, non vedrete nulla di tutto ciò.
Più semplicemente vedrete gente seria e competente impegnata nella realizzazione di cose semplici, di progetti concreti, una politica di piccoli passi, con il desiderio di riavvicinarvi al palazzo, che finalmente non calerà dall’alto soluzioni improbabili, ma che si farà interprete delle idee della gente comune, dei commercianti, degli artigiani, degli imprenditori, dei frontalieri e dei professionisti.
Insomma, come diceva qualcuno …..: “ … pè ‘n terra e caminà”
A questo punto vi starete chiedendo : “ ..perché con la Lega?”
Perché è stata la Lega che ci ha offerto, contrariamente ad altri, disponibilità, correttezza, schiettezza, trasparenza, condivisione di idee, progetti e competenza amministrativa, cioè tutto quello che chiedevamo e che ci serviva per poter realizzare il nostro sogno
Per concludere mi sento di garantirvi che saremo semplici e concreti nelle idee, trasparenti nei lavori, aperti e ricettivi nei vostri confronti, coraggiosi e lungimiranti nelle strategie di sviluppo della città, determinati nel restituire fiducia a chi lavora e, non da ultimo, capaci di guardare con un pizzico di ottimismo al nostro futuro”.

Andrea Napoli

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Rolo

    Egregio Sig. Napoli,
    in attesa di conoscere il programma relativo alla candidatura a Sindaco della nostra bella ma bistrattata cittadina che potrebbe forse interessarci, devo con dispiacere rilevare che anche Lei, come quasi tutti i suoi predecessori che hanno motivato su queste pagine la loro candidatura, non ha fatto nessun cenno al possibile sversamento di reflui fognari nelle acque del lago a Colmegna di cui si discute in questi giorni e derivanti dai lavori ai cavalcavia sulla Strada Statale 394.
    Vede Sig. Napoli, se ho ben compreso il Suo motto è “dal dire al fare” e potrei anche crederci, ma il realizzarlo con la Lega che secondo Lei offre “disponibilità, correttezza, schiettezza, trasparenza, condivisione di idee, progetti e competenza” mi lascia molto perplesso e diffidente, sa perché? Perché personaggi come Claudia Maria Terzi e Pietro Foroni, ma anche altri fiancheggiatori della Lega come Lara Magoni e Raffaele Cattaneo che dovrebbero difendere gli interessi del territorio e dei suoi cittadini ed ai quali il 04 agosto è stata inviata una mail dall’A.S.D. Pescatori Alto Verbano perché si interessassero del paventato quanto ignobile problema dello sversamento sopra descritto, pare non abbiano ancora risposto.
    Mi spieghi perché noi cittadini dovremmo dare una preferenza a chi appoggia ed è alla corte di coloro che fanno finta di niente e ci snobbano, perché anche solo per educazione e rispetto, potrebbero perdere qualche minuto del loro sicuramente prezioso tempo.
    Vede Sig. Napoli, in passato scrissi per altre argomentazioni ad un Consigliere regionale che probabilmente non avrebbe mai avuto la mia preferenza; costui fece seguito all’una e trenta di notte e quando lo ringraziai (anche se eravamo in disaccordo) mi scrisse che il rispondere a chi lo interpellava era semplicemente il suo dovere di eletto!
    No Sig. Napoli, la Sua lista seppure probabilmente formata da persone valide ed affidabili fa capo a personaggi che non sanno ascoltare e non rispondono al territorio neppure per buona educazione e penso proprio che non la voterò! Le auspico comunque un successo che possa farmi ricredere.
    Cordialità.-
    Rolando Saccucci

Segnala Errore