Quantcast

Clamoroso a Somma: Fratelli d’Italia rompe con la Lega, correrà da sola

Il partito della destra sociale contesta il percorso fatto dalla coalizione e parla di "inadeguatezza" del candidato unico, il leghista Alberto Barcaro. Le elezioni a Somma avranno dunque almeno tre candidati

Somma Lombardo generiche

Fratelli d’Italia ha deciso: darà un segnale forte alla Lega e quel segnale passerà da Somma Lombardo. La linea del provinciale è condivisa a livello territoriale e così il partito di Giorgia Meloni esprimerà un suo candidato, alternativo a Stefano Bellaria ma anche ad Alberto Barcaro, che doveva avere con sé il centrodestra unito.

“Sono passati pochi mesi da quando, durante la riunione nella sede sommese della Lega ci fu imposto il nome di Alberto Barcaro quale candidato alla carica di Sindaco della Città” esordisce il comunicato della sezione, all’indomani del coordinamento provinciale di FdI. E la parola “imposto” dà subito l’idea di come il partito sia tutt’altro che soddisfatto.

“Ci aspettavamo che la scelta del candidato potesse maturare da una condivisione politica e di programma. Poco convinti e amareggiati, decidemmo di provare e di verificare l’esistenza di condizioni in linea con lo schema regionale e nazionale. Gli eventi e le evoluzioni politiche di questi mesi hanno portato ad un momento di riflessione e di considerazioni in ordine all’opportunità di questa candidatura, arrivando alla conclusione sulla inadeguatezza del candidato, essendo non rappresentativo ad essere il punto di traino e di sintesi per guidare un leadership vincente” continua il duro comunicato.

“La nostra percezione durante gli incontri è stata quella, di una coalizione che doveva stare insieme per forza e non per scelta, riducendo così al minimo le potenzialità e l’identità di ognuno. Questo FdI non lo può accettare. Tutto ciò, nonostante abbiamo provato ad indicare la strada per un cammino condiviso e partecipato. Come FdI non potevamo rischiare di vedere i valori della destra sociale condizionati da un candidato Sindaco che non ci rappresenta”.

Fratelli d’Italia e la tentazione del braccio di ferro con la Lega

Insomma: si va da soli. Decisione  presa “all’unanimità” dagli iscritti. “Scelta audace ma sicuramente coerente con quello che siamo stati e abbiamo rappresentato in questi anni in Consiglio Comunale e nella nostra città. Un distacco dalla coalizione, consapevoli di una scelta, molto impegnativa, ma altrettanto certi di mantenere la nostra identità, di iscritti, militanti e di sempre più simpatizzanti del nostro partito in costante crescita, guidato dalla nostra leader Giorgia Meloni, sempre più stimata dagli Italiani”.

Barcaro: “Fratelli d’Italia corre da sola? Suicidio politico”

Come è evidente, nel comunicato non si parla ancora del nome del candidato. Fratelli d’Italia ha a Somma un certo radicamento e ci sarebbero almeno un paio di nomi disponibili. Ma per ora è troppo presto, si capirà a breve, considerato che le liste vanno presentate entro il 20 agosto. Per ora è certo il segnale: Fratelli d’Italia vuole contare.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 06 agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore