Quantcast

Furto milionario nella villa di Tamara Ecclestone, indagato anche un varesino

Nella residenza milionaria dell'ereditiera a dicembre furono sottratti gioielli per 60 milioni di euro. Gli investigatori ritengono responsabili anche due lombardi sui quali pende il mandato di arresto europeo

furto villa

C’è anche un varesino tra i sospettati dagli investigatori britannici per il colpo da 60 milioni di euro perpetrato lo scorso dicembre alla villa londinese di Tamara Ecclestone, figlia del magnate Bernie Ecclestone, storico ‘patron’ della Formula 1.

La pista seguita dagli investigatori di Scotland Yard ha portato fino a Milano sulle tracce della “banda degli uomini d’oro”. Due di loro, si scopre ora, sono italiani in attesa della possibile consegna alla giustizia britannica. Sono il milanese A.D., con precedenti, e il suo amico originario della provincia di Varese A.M., incensurato. Su di loro spicca un mandato di arresto europeo verso il quale è stato fatto ricorso.

I due avrebbero, secondo le ipotesi investigative, preso parte al colpo insieme ad una squadra più complessa che ha partecipato all’operazione di dicembre nel ricchissimo quartiere londinese. Il milanese sarebbe uno degli autori materiali che si è introdotto nella casa, l’altro avrebbe partecipato facendo da “palo” all’esterno.

Con loro, però, si sospetta che abbia operato una batteria di ladri professionisti. Del resto non si è trattato di un colpo banale: i ladri avevano preso di mira la residenza da 70 milioni di sterline dell’ereditiera, situata in una delle più eleganti vie della capitale. Una villa di 57 stanze nel quartiere di Kensington sorvegliata 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore