Ivan Basso: “La nostra provincia può scrivere nuove pagine di storia dello sport”

L'ex campione è raggiante per l'accordo che porterà Eolo a sponsorizzare la squadra di cui è dirigente insieme ai fratelli Contador. «Fantastico avere una sede a Busto Arsizio: il nostro territorio non è nuovo alle grandi imprese sportive»

luca spada ivan basso ciclismo eolo kometa xstra

«Sono felicissimo. Sarà una parola scontata, in casi come questi, ma vi assicuro che racchiude in sé tutto quel che provo in questo momento». Ivan Basso è stato l’architetto dell’operazione che ha portato Eolo a diventare – dal 2021, per tre anni – lo sponsor principale dell’attuale team Kometa-Xstra, una “mossa” che porterà a Busto Arsizio la base operativa di una squadra che salendo di categoria vuole anche diventare un grande punto di riferimento per il mondo del pedale.

«Abbiamo lavorato a lungo per mettere a punto questa operazione e sono contento che sia andata in porto anche per lo staff che mi sostiene, mi supporta e mi sopporta – spiega Basso a VareseNews nel mezzo di una mattinata con il telefono bollente – È stato un lavoro duro, nel quale ho messo la stessa determinazione che avevo quando correvo in bicicletta: ora mi sento di dover ringraziare tutti coloro che hanno dato il proprio contributo. Dallo staff (Basso è nel terzetto al comando della squadra insieme ai fratelli Contador, Alberto e Fran ndr), come ho detto, a Kometa che continuerà al nostro fianco fino naturalmente a Luca Spada la cui amicizia viene prima ancora della partnership». (nella foto: Luca Spada – a sinistra – e Ivan Basso in tenuta ciclistca)

«E – prosegue il campione di Cassano Magnago, oggi 42enne – sono orgoglioso della volontà di portare a Busto Arsizio, all’interno del campus di Eolo, la sede operativa della squadra: nel ciclismo non abbiamo uno stadio o un palazzetto di riferimento come accade per il calcio o per il basket, però avere un luogo dove incontrarsi, prepararsi, parlare dei progetti e confrontare le idee è fondamentale. Ed è bellissimo che nasca nella nostra provincia».

E proprio la presenza sul territorio è uno degli elementi più interessanti e ambiziosi dell’intera vicenda. «Il Varesotto è una terra che ha fatto in tante occasioni la storia dello sport in diverse discipline – ricorda Basso – grazie a grandi atleti, squadre leggendarie ma anche grazie a progetti innovativi e vincenti. L’operazione del team Eolo-Kometa vuole andare in quella direzione, vuole scrivere nuove pagine di storia sportiva. Quando io ero ragazzino sognavo di vestire, da grande, le maglie delle grandi formazioni italiane dell’epoca: la Carrera, la Polti e via dicendo: con la nostra iniziativa spero davvero che tanti giovanissimi atleti si mettano in sella sperando un giorno di correre per la Eolo-Kometa».

Eolo “si alza sui pedali”: sarà a fianco del team di Basso e Contador

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.