La Casmo non si iscrive, dopo 45 anni finisce la storia calcistica della squadra di Casciago

Dopo 45 anni di storia, finisce l’avventura nel mondo del calcio provinciale della Casmo, la storica squadra di Casciago e Morosolo fondata nel 1975. La società non ha infatti formalizzato l’iscrizione al campionato di Seconda Categoria

Casmo Open day

Dopo 45 anni di storia, finisce l’avventura nel mondo del calcio provinciale della Casmo, la storica squadra di Casciago e Morosolo fondata nel 1975.

La società non ha infatti formalizzato l’iscrizione al campionato di Seconda Categoria, pur essendo stata inserita dalla Lega Nazionale Dilettanti negli organici per la formazione dei campionati.

Una parabola discendente cominciata con la chiusura del rapporto con il Comune di Casciago, l’annullamento del bando vinto solo 12 mesi fa dalla società biancorossa, accordo sospeso per inadempienze da parte del sodalizio presieduto da 4 anni Veronica Orlandi, subentrata come numero uno ad Amerigo Briata, per anni alla guida della Casmo. Il nuovo bando, a cui la Casmo non ha potuto partecipare, è stato vinto dal San Michele, che ora sta eseguendo i lavori per sistemare la struttura e renderla agibile e accogliente per l’avvio della stagione con tanti progetti di prospettiva.

L’avventura dell’ultima stagione in Seconda Categoria dopo la fusione con la Calcinatese, altra storica compagine sparita dal panorama calcistico del Varesotto, è stata interrotta dalla pandemia e dalla sospensione forzata dei campionati: rimarrà l’ultima pagina di un libro ricco di successi e di sorrisi, con calciatori di livello che si sono formati sul campo di via Piave (uno su tutti, Giuseppe De Luca, ancora in campo in serie B dopo aver sfiorato la gloria europea con il Cluj e la serie A con l’Atalanta).

Negli ultimi anni il settore giovanile si è via via svuotato, si sono perse per strada intere annate di ragazzi che hanno scelto di proseguire altrove la propria esperienza sportiva, gli allenatori di quasi tutte le categorie si sono succeduti con ritmo incalzante, con pochissime eccezioni (impossibile non citare Giuseppe Scaglia, alla guida della Juniores, sempre presente al campo e tuttofare nelle ultime stagioni). I tentativi e le promesse della dirigenza della società si sono purtroppo rilevati vani.

La Casmo (che in seguito alla fusione con la Calcinatese aveva cambiato parzialmente nome diventando Asd Casmo Calci-o) sparisce, ma a Casciago sperano possa essere uno stop momentaneo: 45 anni di storia non si devono cancellare in un soffio.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 29 Agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.