La settimana di Ferragosto della Polizia di Como tra immigrazione irregolare, spaccio e covid

Dal 10 al 17 agosto controllate oltre 600 persone, 300 auto e 19 imbarcazioni. Smantellate postazioni di spaccio nei boschi e grande impegno sul fronte emergenza coronavirus

Polizia di Stato legnano

Ferragosto costituisce occasione per il Questore di Como per condividere i risultati di alcune delle attività realizzate nel periodo estivo, nell’ottica di sicurezza partecipata che da sempre contraddistingue l’azione della Polizia di Stato.

Un’estate, questa, senz’altro diversa dalle altre nella quale, accanto alle ordinarie attività di prevenzione e repressione finalizzate a mantenere alto lo standard di sicurezza per la città di Como e la sua provincia, la Polizia di Stato ha continuato nell’attività di controllo per la migliore attuazione delle misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica.

Particolare attenzione è stata dedicata ai luoghi d’aggregazione, compresi i locali della riviera ed in generale a tutte le zone della provincia caratterizzate dalla presenza di locali e pubblici esercizi con forte richiamo di pubblico, anche di giovanissima età.

L’obiettivo è sempre quello di garantire le attività ed il tempo libero dei cittadini in una calibrata cornice di sicurezza, nel rispetto della normativa di settore e delle linee guida previste per la riapertura delle attività economiche e ricreative, in stretta collaborazione con le associazioni di categoria interessate.

Continuo è stato l&’impegno della Polizia di Stato che nella sola settimana a cavallo del Ferragosto, nel periodo dal 10 al 17 agosto, ha svolto una serie di mirati servizi di controllo del territorio, amministrativi e di ordine pubblico finalizzati a garantire la sicurezza della cittadinanza e a prevenire la commissione di reati.

Nell’ambito dei predetti servizi, sono state identificate 683 persone e controllati 309 veicoli e 19 imbarcazioni, nonché soccorse 2 persone in difficoltà al largo in ambito lacuale.

Intensa è stata l’attività di Polizia Giudiziaria con l’arresto di una persona per resistenza, minaccia e lesioni a Pubblico Ufficiale, la denuncia in stato di libertà di 11 persone che, in diversi episodi, hanno commessi reati di danneggiamento, resistenza e furto. Sono state sequestrate penalmente numerose piante di marijuana, ed i responsabili del reato assicurati alla giustizia. Alcuni di loro, terminati gli atti di rito, sono stati allontanati dal Comune di Como e non vi potranno far rientro per almeno un anno.

Sono stati controllati 12 esercizi commerciali, di cui quattro sanzionati anche con la chiusura provvisoria dell’esercizio per violazione della normativa COVID. Di grande interesse anche in questa parte d’estate, la gestione dei flussi migratori, tanto che sono stati espulsi quattro stranieri dal territorio dello Stato e altri 4 cittadini stranieri, rintracciati dalla Polizia di frontiera di ponte Chiasso, sono stati accompagnati fino al Centro Per il Rimpatrio di Gradisca d’Isonzo.

Attento e puntuale, anche a Ferragosto, è stato l’operato di questa Squadra Mobile che, il 14 agosto, congiuntamente alle altre forze di Polizia ha coordinato un servizio straordinario di controllo del territorio in area boschiva del Comune di Lurate Caccivio, con la rimozione di numerosi giacigli e la bonifica dei luoghi utilizzati per l’attività di spaccio. Tali servizi continueranno per tutta l’estate, con mirate e specifiche attività di controllo nei luoghi maggiormente frequentati e a rischio maggiore di contagio, a tutela del benessere e della salute collettiva.

Non da meno è stata l’attività degli uomini e delle donne della Polizia Stradale che ha elevato 55 verbali per violazioni al Codice della Strada, ritirato 3 patenti e 3 carte di circolazione e sequestrato 1 veicolo, mentre la Polizia Ferroviaria ha assicurato il proprio impegno nelle stazioni cittadine dove maggiore è stato l’afflusso di passeggeri e turisti.

Il transito in provincia e l’arrivo a Como della 114^ edizione della competizione sportiva internazionale Giro di Lombardia; proprio il 15 agosto ha costituito ulteriore banco di prova per la Questura, impegnata nell’organizzazione del complesso dispositivo di ordine pubblico necessario per l’evento, anche in relazione alla nota emergenza sanitaria, ed alle disposizioni normative che prevedono che le manifestazioni sportive debbano svolgersi in assenza di pubblico.

Il Questore ringrazia tutti gli operatori delle forze dell’ordine che, ciascuno nei propri ambiti di intervento e, spesso, in stretta correlazione, si sono prodigati in un costante impegno a tutela della sicurezza delle persone in occasione di questa festività del Ferragosto.

Orlando Mastrillo
orlando.mastrillo@varesenews.it

Un cittadino bene informato vive meglio nella propria comunità. La buona informazione ha un valore. Se pensi che VareseNews faccia una buona informazione, sostienici!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.