Quantcast

Vendeva auto su internet ma incassata la caparra spariva nel nulla, denunciato truffatore varesino

I carabinieri di Reggio Emilia hanno denunciato un 50enne del Varesotto dopo la denuncia dell'ennesimo acquirente raggirato. Vendeva attraverso inserzioni su un sito specializzato

carabinieri legnano

Aveva messo in piedi un sistema attraverso il quale organizzava finte vendite di automobili, ma anche autocarri, a prezzi stracciati attraverso inserzioni su internet, incassava la “modica” caparra concordata e poi si dileguava nel nulla lasciando i poveri acquirenti malcapitati con un pugno di mosche in mano. Ad essere identificato e a finire nei guai per quella che i carabinieri di Reggio Emilia hanno definito una vera e propria è truffa è stato un 50enne della provincia di Varese, scoperto dopo l’ennesimo raggiro.

L’ultimo capitolo di questa vicenda raccontata dai quotidiani emiliani è cominciato quando il 50enne ha pubblicato su un sito specializzato in vendita di automezzi usati un annuncio in cui poneva in vendita un autocarro con gru a un prezzo di 3.400 euro.

A contattarlo perché interessato all’acquisto è stato un 45enne residente a Reggio Emilia che aveva bisogno di tale mezzo per motivi di lavoro. Dopo essersi accordati, quando il 45enne di Reggio Emilia ha provveduto a pagare la caparra pari a 150 euro per bloccare la vendita del mezzo, il truffatore ha chiesto un supplemento di ulteriori 200 euro che avrebbe alla pari della caparra scorporato dal prezzo pattuito a cui proprio per l’ulteriore versamento avrebbe anche praticato uno sconto. Tuttavia quando l’acquirente ha ottemperato anche alla seconda richiesta il truffatore è sparito nel nulla lasciando con un pungo di mosche il malcapitato 45enne.

Quando ha capito di essere stato raggirato la vittima si è presentata ai carabinieri della stazione dei carabinieri dove ha trovato le certezze ai suoi sospetti.

I carabinieri, infatti, dopo una serie di riscontri, hanno identificato il venditore in un 50enne della provincia di Varese accertando che la vendita dell’autocarro a favore dell’artigiano era la punta di un iceberg di una vera e propria condotta truffaldina che l’ha visto raggirare, con le stesse modalità, altre persone. L’uomo veniva quindi denunciato dai carabinieri di Reggio Emilia Santa Croce alla Procura reggiana per truffa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore