30 unità del Soccorso alpino giovedì nella forra per le ricerche del disperso

Ricognizione prima della sortita di domani dove si tenterà di trovare il corpo dell'escursionista che manca all'appello da sabato

Cnsas, ricerche al Lago Delio

Le ricerche guardano il sole: quando sorge partono, quando si appresta a calare si fermano. Così dopo il quinto giorno sul Molinera, il corso d’acqua che si getta nel Verbano partendo dal Lago Delio dove sabato per l’ultima volta è stato visto l’escursionista comasco, si attende l’alba di una nuova giornata.

Galleria fotografica

Cnsas, ricerche al Lago Delio 4 di 7

Quella di giovedì vedrà l’arrivo sul posto di 30 unità del CNSAS, il corpo nazionale soccorso alpino e speleologico, di cui 12 specializzate nella ricerca in forra.

È un ambiente difficile, insidioso, dove un passo falso può fare la differenza fra la vita e la morte. E negli anfratti umidi attraversati dalle correnti del torrente opereranno anche gli uomini del Soccorso Alpino che arrivano anche da altre stazioni lombarde.

Nella giornata odierna è stata eseguita una ricognizione (vedi video), mentre domani, giovedì, avverranno le calate nelle profonde gole del torrente, a meno che, prima di sera, non arrivino notizie dal fronte delle ricerche che hanno visto questi giorni impegnati i vigili del fuoco che coordinano l’attività dal “campo base“ al municipio di Maccagno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 Settembre 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Cnsas, ricerche al Lago Delio 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore