Quantcast

Danneggia l’auto della polizia e la sala d’attesa della Questura, ventenne in manette

Resistenza a pubblico ufficiale, spaccio e danneggiamento aggravato le accuse a carico del giovane

polizia squadra volante generica

Ventenne in manette con l’accusa di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, spaccio di sostanza stupefacente e danneggiamento aggravato. È accaduto nella notte di ieri.

Alla vista degli agenti della volante della Questura di Varese, in via Magenta, il giovane, di origine nigeriana, è fuggito in sella alla sua bicicletta. Una reazione sospetta che ha dato immediatamente il via a un inseguimento lungo le vie del centro cittadino.

Raggiunto, il giovane ha reagito bruscamente, scagliando la bici contro l’auto di servizio, danneggiandola nella parte anteriore per poi riprendere la fuga verso Piazza Della Repubblica. Lì è stato però raggiunto dai Poliziotti che, a fatica, sono riusciti a fermarlo e ammanettarlo. Perquisito sul posto, il ventenne, senza fissa dimora e noto agli uomini della Questura per via dei numerosi precedenti penali, ha nascosto una modica quantità di stupefacente e una cospicua somma di denaro, frutto, verosimilmente, dell’attività di spaccio compiuta fino a quel momento.

Condotto in Questura, al termine dei rilievi di rito, è stato arrestato per il reato di violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale, denunciato per spaccio di sostanze stupefacenti e danneggiamento e trattenuto all’interno delle camere di sicurezza in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

In udienza, il Giudice presso il Tribunale di Varese ha convalidato l’arresto e ha disposto l’applicazione della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Portato nuovamente in Questura per la redazione degli atti relativi alla scarcerazione, il giovane, non più in stato di arresto, ha reagito con rabbia contro gli agenti pretendendo che gli venisse restituito il denaro sottoposto a sequestro penale e finendo poi per danneggiare a pugni una parete in cartongesso della sala di attesa della Questura.

L’episodio gli è costato la denuncia per il reato di danneggiamento aggravato.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore