“Incivilire la finanza”, il credito cooperativo alleato dell’Economia civile

Il libro firmato da Sergio Gatti, direttore di Federcasse, e dall'economista Stefano Zamagni verrà presentato venerdì 25 settembre al Festival dell'economia civile di Firenze

stefano zamagni

Si intitola  “Incivilire la finanza” il nuovo libro curato da Stefano Zamagni (foto sopra) e Sergio Gatti.  Pubblicato dalle Edizioni del credito cooperativo il testo verrà presentato in occasione del Festival nazionale dell’economia civile di Firenze che si apre venerdì 25 settembre a Firenze, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Nel libro – che nel sottotitolo richiama l’espressione (“amore intelligente”) contenuta nella Enciclica “Caritas in Veritate” di Papa Benedetto XVI a proposito della cooperazione di credito quale esperienza concreta di una finanza eticamente orientata alla luce del magistero della Chiesa – gli autori Stefano Zamagni (professore di economia politica, Università degli Studi di Bologna, nonché Presidente della Pontificia Accademia Scienze Sociali) e Sergio Gatti (direttore generale Federcasse) – realizzano una lettura combinata del documento di Papa Ratzinger con la più recente Enciclica “Laudato si’” di Papa Francesco, nella quale il pontefice interviene in maniera chiara e netta sulla necessità di un cambio di paradigma nella prospettiva di un umanesimo integrale che abbia al centro la questione ambientale in senso lato (economico e sociale).

Il libro restituisce una prospettiva di cambiamento – nel solco del dibattito che si svilupperà a Firenze – che chiama in causa cittadini, decisori politici, regolatori, autorità di vigilanza, mercati. Il tutto, con una attenzione particolare ai temi della finanza e di analisi del ruolo specifico che, in tale prospettiva, possono assolvere le banche cooperative e mutualistiche.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore