Javorcic orgoglioso della sua Pro Patria: “Giocato alla pari del Vicenza”

Le dichiarazioni dopo la sconfitta di Coppa Italia ai supplementari di mister Javorcic e Giulio Mangano. Pagelle: Parker lotta e segna, bell'esordio per Gatti. Kolaj fa ben sperare

Pergolettese - Pro Patria

La Pro Patria esce dalla Coppa Italia, sconfitta solo ai supplementari dal Vicenza, squadra di Serie B.

Al termine della gara il commento di mister Ivan Javorcic non può essere negativo, nonostante la sconfitta sul campo: «È stata una bellissima partita fatta dalla squadra. Nei 90 minuti meritavamo sicuramente di più. Voglio fare i complimenti a tutti i ragazzi per aver giocato alla pari contro una squadra di categoria superiore. Abbiamo messo in campo anche tanti giovani, in linea con il nostro percorso di crescita. Sono molto contento del gruppo e voglio menzionare Saporetti, Gatti, Latte Lath, Pizzul ai quali aggiungo anche il giovanissimo Ferri. Tutti entrati subito in sintonia con il nostro modo di essere e di stare in campo».

«E’ stato evidente – prosegue il tecnico biancoblu -, gli episodi hanno fatto la differenza. Non vogliamo scuse, li accettiamo, ma il match certamente sarebbe potuto andare diversamente se fosse stato assegnato un rigore nettissimo su Galli. A maggior ragione, bravi ad assorbire tutto ciò che la partita ci ha messo di fronte. Abbiamo creato occasioni, rischiato poco e provato”.

In questi giorni la Pro Patria è stata super impegnata, tra Coppa Italia e campionato e questa sera i supplementari hanno aumentato la fatica: «Questi 120 minuti ci hanno dato davvero tanto e ci hanno tolto anche parecchie energie. Dopo Brignoli, ora anche Ghioldi e Molinari sono ai box e speriamo non sia nulla di grave. Abbiamo diversi giocatori da valutare dopo una settimana molto intensa. Fondamentale nelle prossime ore recuperare bene le forze e ritrovare subito brillantezza».

Uno sguardo alla prossima di campionato, che vedrà la Pro Patria opposta ad un’altra Pro, quella di Vercelli: «Domenica – conclude Javorcic – innanzitutto torneremo nella nostra casa, lo “Speroni” e speriamo di riabbracciare i nostri tifosi. La sfida con la Pro Vercelli ha sempre un sapore storico particolare. Ci presenteremo senza Parker squalificato e siamo un po’ in emergenza, ma daremo tutto, come sempre. Pochi giorni dopo voleremo ad Olbia. Senza un attimo di respiro».

Protagonista di serata è stato il portiere tigrotto Giulio Mangano: «Ci abbiamo creduto dall’inizio alla fine. Siamo sempre stati in partita. Gli episodi hanno chiaramente condizionato il match, ma aver disputato una partita così, contro un avversario di tale portata, rafforza ulteriormente la convinzione del gruppo. Ci sentiamo tutti coinvolti. Normale, logico e giusto che ci siano delle gerarchie in una squadra. La nostra forza è quella di ragionare in funzione del gruppo, rimanere sempre concentrati e pronti a dare un contributo importante. Stasera ne abbiamo dato dimostrazione lampante, anche gli infortuni non ci condizionano. Ci siamo, mentalmente e fisicamente».

Una riflessione sul ruolo di portiere, condiviso con Stefano Greco: «Il ruolo del portiere è delicato. Ci giochiamo il posto io e Stefano (Greco, ndr). Ci conosciamo da anni, dai tempi in cui facevamo gli Stage con le Nazionali Giovanili. Abbiamo un rapporto, sincero, trasparente, corretto. Ci aiutiamo a vicenda e tifiamo l’uno per l’altro. Certo, è normale che entrambi vorremmo sempre essere titolari».

PAGELLE:

MANGANO 6,5: Sicuro in presa, bravo quando chiamato in causa dai tiri vicentini

MOLINARI 6,5: Partita attenta fino allo sfortunato infortunio muscolare
Gatti 6,5: esordio in maglia biancoblu e si ritrova contro un volpone come Giacomelli, al quale concede poco o nulla

BOFFELLI 6,5: Da centrale dei tre di difesa non sfigura, sempre sul pezzo

SAPORETTI 6: Qualche errore di troppo in impostazione, si vede che deve trovare ancora la miglior forma. Solido in fase difensiva

SPIZZICHINO 6,5: Bravo in fase arretrata, propositivo in attacco

GHIOLDI 6: Nel primo tempo troppo timido davanti alla porta in un’occasione importante. Prende un colpo ad inizio ripresa che un po’ lo condiziona prima di fargli lasciare il campo
Ferri 6: Entra in campo in una situazione non facile ma non si tira indietro

FIETTA 6,5: Solita gara d’esperienza e di gestione dei tempi
Bertoni 6: Ha poche occasioni di gestire la palla, si mette a fare legna in mezzo al campo

GALLI 6: Da mezzala prova gioca una gara ordinata e di sostanza

PIZZUL 6,5: Partita di carattere sulla sinistra. Nel primo tempo spinge anche con buona lena, nella ripresa ha meno possibilità

KOLAJ 6,5: Un paio di spunti davvero di ottimo livello. La condizione continua a migliorare e sta imparando a rendersi utile alla squadra
Latte Lath 6: Non riesce a innescare la sua velocità e fatica a tenere alta la palla, ma nel finale mette a segno la rete del 3-2

PARKER 7: Fa la lotta con ardore e si regala un gol bello e dal buon blasone
Le Noci 6: Qualche giocata di classe, come è capace di fare lui, ma anche qualche imprecisione. Sfortunato sulla punizione calciata fuori di pochi centimetri

di
Pubblicato il 30 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore