Quantcast

L’autunno dal finestrino: torna il “treno del foliage”

Tra Piemonte e Canton Ticino, torna uno dei viaggi più suggestivi della stagione a bordo dei treni della Ferrovia Vigezzina-Centovalli

Treno Foliage

I paesaggi infiammati dalle sfumature variopinte delle foglie, i colori dei boschi che si trasformano e prendono vita. Ritorna l’autunno e porta con sé la magia del Treno del Foliage, l’esperienza a bordo della ferrovia che Lonely Planet ha incoronato tra le dieci più belle del mondo.

Nonostante le numerose limitazioni dovute alle normative per il contenimento del Covid-19, la Ferrovia Vigezzina-Centovalli conferma anche per quest’autunno l’itinerario del Treno del Foliage, ovvero i treni, scelti da migliaia di passeggeri, che collegano Domodossola e Locarno.

Il percorso della Ferrovia Vigezzina-Centovalli, storica linea che congiunge Italia e Svizzera dal 1923, diventerà anche quest’anno – dal 17 ottobre al 15 novembre il periodo ufficiale del Treno del Foliage – un quadro multicolore, con vedute spettacolari e scorci panoramici infiammati dai colori autunnali.

I biglietti sono in vendita sul sito www.vigezzinacentovalli.com/foliage. Il biglietto è valido uno o due giorni e prevede un viaggio a/r sull’intera linea, con la possibilità di effettuare una sosta intermedia nel viaggio di andata o nel viaggio di ritorno, per poter visitare una delle affascinanti località che costellano il percorso ferroviario. La sicurezza a bordo dei treni è garantita grazie a misure di sanificazione costante e al distanziamento fisico, oltre all’obbligo di indossare la mascherina per tutto il viaggio.

Date le previsioni di forte afflusso e le importanti limitazioni dovute al Covid-19 è obbligatoria la prenotazione dei posti a sedere: il consiglio è di affrettarsi in quanto i posti disponibili sono molto limitati. Ulteriore suggerimento è di scegliere giorni feriali per il viaggio a bordo del Treno del Foliage. Il prezzo include la prenotazione del posto ed anche l’eventuale supplemento per viaggiare a bordo dei treni panoramici.

Novità del 2020, il biglietto include (per ogni passeggero adulto) un buono di 5 franchi svizzeri per ritirare un omaggio presso il piccolo mercatino di prodotti locali che si svolgerà tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.00 presso la stazione ferroviaria di Locarno (in collaborazione con la Pro Centovalli). Le bancarelle in legno, dal tettuccio giallo, esporranno prodotti tipici del Locarnese e valli. Il buono potrà essere usato anche come buono sconto per ritirare un altro prodotto a scelta in sostituzione dell’omaggio.

Il viaggio potrà iniziare, a libera scelta, da uno dei due capolinea, la piemontese Domodossola o la ticinese Locarno. Domodossola, capolinea italiano, racchiude nel suo nucleo storico gioielli e perle nascoste, tra cui spiccano la splendida Piazza Mercato e i meravigliosi palazzi storici. Locarno è la stazione di arrivo per chi parte dall’Italia, ed è una suggestiva cittadina affacciata sul Lago Maggiore: elegante nel suo incantevole lungolago, ha un cuore antico tutto da scoprire nella parte vecchia della città, a due passi dalla rinomata Piazza Grande, simbolo stesso della località e sede del celebre Festival del Cinema. A pochi chilometri da Locarno merita una visita la città di Ascona, perla dal fascino mediterraneo, splendido borgo affacciato sul Lago Maggiore raggiungibile in pochi minuti in bus. Proprio dall’elegante lungolago di Ascona grandi e piccini possono ammirare il romantico specchio d’acqua in versione autunnale da un inedito punto di vista, la grande altalena del progetto “Swing the World”.

Nonostante le limitazioni dovute al Covid-19, sono numerosi gli eventi in programma nel periodo del Treno del foliage: a partire da Locarno, dove gli amanti dei sapori tipici non potranno mancare alla 21a edizione dell’Autunno Gastronomico del Lago Maggiore e Valli, in programma fino al 25 ottobre. Arte e cultura protagoniste sempre nel cuore del Canton Ticino con l’imperdibile mostra immersiva “Klimt Experience” dedicata al padre fondatore della Secessione Viennese e visitabile presso il PalaCinema di Locarno. Nella tratta italiana, Santa Maria Maggiore organizza il 17 e 18 ottobre la 15a edizione di Fuori di Zucca, gustosa e divertente occasione per scoprire il borgo Bandiera Arancione del TCI con eventi autunnali e mercatini a km0.

Oltre ai due capolinea, la ferrovia conta innumerevoli fermate tra Italia e Svizzera: il biglietto del Treno del Foliage include una sosta lungo il percorso di andata o ritorno. Un’occasione, dunque, per visitare il maestoso Santuario di Re o il meraviglioso borgo di Santa Maria Maggiore. O ancora, nella porzione svizzera del percorso, le località di Intragna e Verdasio, da cui partono tre funivie per raggiungere comodamente le alte quote e ammirare i colori del foliage da un punto di vista privilegiato (il prezzo della risalita con le funivie è escluso dal biglietto del Treno del Foliage – il biglietto per la risalita può essere acquistato direttamente alla partenza della funivia).

Informazioni su www.vigezzinacentovalli.com e www.facebook.com/FerroviaVigezzinaCentovalli Ferrovia Vigezzina-Centovalli,

Sede di Domodossola – Telefono: +39 0324 242055

La Biglietteria di Locarno – Telefono: +41 (0)91 7518731

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore