Quantcast

Mille alunni in meno in provincia: importante calo alla primaria

In un anno le scuole statali di Varese hanno perso 1192 iscritti. Sono le primarie statali ad accusare il colpo maggiore solo compensato da una crescita delle paritarie. Crescono i docenti: duecento posti in più ma non all'infanzia

Primo giorno di scuola liceo Ferraris Varese

Mille alunni in meno alla primaria. Anche quest’anno, per il terzo anno consecutivo, è negativo il saldo tra nuovi ingressi e uscite dal sistema scolastico. A livello lombardo si tratta di un calo dello 0,84%, il più alto del triennio.
È l’Ufficio scolastico regionale a fornire i dati dell’anno che si è appena aperto.

ISTITUZIONI SCOLASTICHE
In provincia si contano 105 istituzioni scolastiche suddivise in 468 plessi. Di queste sono 86 quelle dell’infanzia, 214 le primarie, 109 le secondarie di primo grado e 69 le superiori per un totale di 478 sedi. A queste si aggiungono le 290 scuole paritarie di cui 197 dell’infanzia, 22 primarie, 20 medie e 51 istituti superiori per un totale di 1177 classi.

ALUNNI
Gli alunni varesini sono 106.603 di cui 3827 con disabilità: la quota maggiore è alle superiori dove studiano 39.571 ragazzi. Di poco inferiore la quota delle primarie costituita da 36.690 bambini e poi le medie con 39.571 studenti. Cenerentola è l’infanzia con 6804 iscritti anche se la parte più cospicua è accolta dalle scuole paritarie che registrano 14629 alunni (lo scorso anno erano stati 14460).
In un anno, le scuole statali di Varese hanno perso 1192 iscritti. L’emorragia maggiore si riscontra nelle primarie dove la flessione è stata di 1084 alunni, solo parzialmente compensata da un aumento di alunni delle primarie parificate ( + 340),  mentre all’infanzia la flessione è di 30 bimbi. I cinque anni delle elementari ben evidenziano la progressiva contrazione demografica: si passa dai 7684 alunni di quinta ai 6924 di prima e ogni anno è numericamente inferiore rispetto a quello successivo.
Aumenta la componente di studenti stranieri che sono 1304 con 404 nuovi ingressi.

DOPO LA TERZA MEDIA
Nel Varesotto, gli studenti di terza media confermano la propria predilezione per i licei a cui si è iscritto il 46,6% dei quattordicenni. Bene però anche le scuole tecniche che hanno avuto il 40,9% delle preferenze mentre continua a essere poco convincente il percorso professionale con il 12,5% che si mantiene solo grazie all’alberghiero.

ESAME DI STATO
Nell’esame di stato del giugno scorso, dei 6919 studenti del quinto anno, 63 non hanno superato la prova. Tra i promossi solo 422 hanno ottenuto 60 e 76 100 e lode mentre sono stati 581 i cento.

TEMPO PIENO
Per il ciclo primario, in provincia di Varese, delle 1795 classi della primaria, 524 ( il 29,2%) hanno il tempo pieno: si tratta di una quota che colloca il nostro territorio a metà della classifica lombarda con  Milano saldamente al primo posto con il 93% delle classi a tempo pieno, seguita da Lodi con l’86,1% e Monza Brianza con l’87,8%. le altre città lombarde sono tutte al di sotto del 40% mentre Lecco e Bergamo hanno una quota sotto il 20%.

DOCENTI
Il Varesotto ha 10.328 posti di docenza di cui 590 nell’infanzia, 2800 alla primaria, 1938 per le medie e 2998 alle superiori.  A questi si aggiungono 2002 posti del sostegno ( comprensivi dei posti in deroga). In un anno, però, sono stati persi 100 posti nell’infanzia. La fascia della secondaria di primo grado, invece, ha visto crescere la propria dotazione organica di circa 80 posti e aumentano di 150 quelli del sostegno.

POSTI PER IL POTENZIAMENTO
Si tratta di 672 docenti in più che verranno suddivisi: 9 per l’infanzia, 255 per la primaria, 70 per le medie, 287 per le superiori.
Per sopperire alle cattedre scoperte sono stati immessi in ruolo 55 nuovi insegnanti nella fascia infanzia ( 23 in ruolo da concorso), 454 per la primaria ( 247 da concorso), 522 per la secondaria di primo grado ( 6 da concorso) e 830 alle superiori ( 33 da concorso).
Infine, nonostante l’ingresso di nuovi dirigenti lo scorso anno a conclusione del concorso, quest’anno 8 istituti scolastici hanno aperto l’anno con un dirigente in reggenza.

di
Pubblicato il 19 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore