Quantcast

Quattordici baristi di Busto Arsizio si mettono insieme: “Spazio ai talenti musicali della città”

Dal lockdown hanno deciso di creare un circuito chiamato #schiariamocileidee e hanno organizzato un primo evento diffuso dal centro ai quartieri di Busto Arsizio che si terrà questa sera

nuova busto musica saggi

Si sono ritrovati tutti ad affrontare una crisi senza precedenti, quella dell’emergenza pandemica che ha chiuso tutto, anche e soprattutto i bar, considerati un veicolo di contagio essendo luoghi dove la socialità si esprime ai massimi livelli, tra amici, bevendo un drink e mangiando dallo stesso piatto stuzzichini. 14 bar di Busto Arsizio si sono uniti in quello che viene definito un circuito, non un associazione e nemmeno un sindacato, a cui hanno dato il nome di #schiariamocileidee, come un hashtag.

Il 17 settembre si uniranno per un primo evento collettivo che unirà la musica dei talenti di Nuova Busto Musica e il sacro rito dell’aperitivo. Enzo Giuliano, proprietario del Dieci, si fa portavoce del circuito e lo presenta così: «Da qualcosa di negativo è nato qualcosa di positivo. Un gruppo di gestori e proprietari di locali si è deciso a collaborare per fare cultura e per ridare slancio ad un settore che ha sofferto molto. Lo faremo in sicurezza, rispettando le norme anti-contagio ma senza paura».

Nell’ambito della rassegna “BA Cultura per l’estate… oltre”, il calendario delle iniziative culturali organizzato dall’Amministrazione comunale, giovedì 17 settembre dalle ore 19.00 alle ore 21.30, 14 locali animeranno la città proponendo contemporaneamente musica live di diversi generi in collaborazione con Nuova Busto Musica.

Un’iniziativa unica nel suo genere, dal titolo “Io s(u)ono di Busto”, che mette in rete locali che si trovano in zone diverse della città e che durante il lockdown avevano fatto sinergia per affrontare le difficoltà insorte in quel periodo costituendo il circuito “Schiariamocileidee”.

Come ha ricordato la vicesindaco e assessore a Cultura e Commercio, Manuela Maffioli, con questa iniziativa promossa dai settori della musica e della ristorazione, tra i più penalizzati dall’emergenza sanitaria, si mette in evidenza come lo scambio reciproco tra cultura e commercio e la capacità di fare rete favoriscano l’organizzazione di proposte inedite e accattivanti che possano portare ancora più persone a vivere la città.

Di seguito i locali aderenti:
AmeMi via Cardinal Tosi, 7
Bbar piazza Trento Trieste, 11/A
Caffè Bumbasina via XX Settembre, 13
Cafè 900 via Montebello, 14
Colombo Caffè via Milano, 12
Dieci arteciboemusica via Martiri di Belfiore, 10
Enoshop Bar Franco via XX Settembre, 8
Jem Caffè Largo Giardino, 7D
Kandinsky Kafè via San Gregorio, 4
Museum Cafè via Galvani, 2
Ovidius Pub via Gaeta, 3
Pasticceria Santa Maria piazza Santa Maria, 1
Pepe Bianco viale Alfieri, 28
Vinoteca via Pirandello, 44
Si consiglia la prenotazione contattando direttamente i locali.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 17 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore