Anmil celebra la 70° Giornata per le vittime degli incidenti sul lavoro

Domenica 11 ottobre Anmil Varese celebrerà la ricorrenza con la deposizione di una corona al monumento di Arsago Seprio

Generico 2018

Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio della Rai, che ha inteso garantire il pieno sostegno delle testate giornalistiche, si celebra il prossimo 11 ottobre la 70° Giornata nazionale per le Vittime degli incidenti sul lavoro, sebbene quest’anno le misure antiCovid costringano a contenere fortemente le manifestazioni organizzate su tutto il territorio.

Per quest’anno l’Anmil di Varese che sul territorio raccoglie circa 4500 soci – ha previsto la celebrazione della manifestazione domenica 11 ottobre con con un programma molto semplice, che prevede la deposizione, da parte di un gruppo di delegati del consiglio territoriale, della corona presso il monumento delle vittime degli incidenti sul lavoro di Arsago Seprio.

A Roma, per presentare la Giornata si è svolta ieri una conferenza stampa a cui hanno partecipato la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo; il presidente dell’Anmil Zoello Forni; il Presidente dell’Inail Franco Bettoni e Roberto Natale della Rai per il Sociale, con le testimonianze di cinque vittime del lavoro.

«Queste storie emblematiche sono state scelte per mettere in luce quanto sia inadeguata la tutela ad esse riservata dal Testo Unico infortuni – che risale al 1965 – e che lascia fuori da ogni tutela alcune categorie di familiari e stretti congiunti, non prevedendo alcun supporto psicologico e non garantendo un effettivo reinserimento lavorativo – spiegano i responsabili dell’Anmil – Ma, allo stesso tempo, con le manifestazioni che si svolgeranno in tutta Italia vogliamo sottolineare quanto sia importante mettere la sicurezza sul lavoro al primo posto, la cui mancanza è causa di infortuni e malattie professionali sempre evitabili e prevedibili».

L’evento sarà trasmesso in diretta streaming attraverso il canale Anmil su YouTube e sulla pagina Facebook dell’Associazione.

«Per questa 70ª Giornata vogliamo rimarcare che la salute e la sicurezza sul lavoro sono una priorità per il futuro del nostro Paese e per le nuove generazioni – ha detto il presidente di Anmil Varese Antonio Di Bella – in un momento storico in cui l’incertezza e la preoccupazione per il futuro sono diventate una costante soprattutto a fronte dell’epidemia legata al Coronavirus che ha rafforzato la crisi economica già in essere e che ha avuto riflessi negativi a livello sociale e, di conseguenza, sull’andamento del fenomeno infortunistico».

«La Giornata per le Vittime del lavoro – aggiunge Di Bella –  rappresenta un’importante occasione per riflettere e programmare le azioni più efficaci da intraprendere per contrastare gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali. Come Anmil siamo pronti a fare la nostra parte e dare il massimo supporto per promuovere la cultura della prevenzione, ma questa lotta agli incidenti si vince solo operando tutti con un medesimo obiettivo: il rispetto della salute e della vita dei lavoratori».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore