Ats Insubria aumenta i “tracciatori” dei nuovi contagi per fermare possibili focolai

I ritardi accumulati nel tracciamento dei nuovi positivi saranno presto riassorbiti grazie al potenziamento del servizio. Cos'è la quarantena, chi la deve fare e quando finisce

asl di varese

Ats Insubria potenzia la squadra dei “tracciatori”.
Da oggi, infatti, il gruppo di 100 tecnici, che intercetta i nuovi positivi e i contatti stretti per metterli velocemente in isolamento, verrà aumentato del 50%.

A rafforzare l’attività di tracciamento arrivano i medici che stanno seguendo il corso per diventare medico di medicina generale e altro personale dell’Agenzia.

L’individuazione veloce dei nuovi positivi con l’isolamento dei contatti stretti ( e non contatti di contatti) è la miglior prevenzione per soffocare un possibile focolaio.

Per velocizzare le procedure, Ats sta mettendo a punto anche un sistema informatizzato dove poter caricare con immediatezza che viene posto in isolamento, così da poter seguire la situazione e accedere al sistema di prenotazione del tampone.

CHI PUO’ CHIEDERE IL TAMPONE
Può essere richiesto e prenotato direttamente dal Medico di Medicina Generale e Pediatra di Libera Scelta tramite accesso al portale di ATS Insubria per diagnosi in presenza di Caso sospetto.
In caso di esito positivo, debolmente positivo o dubbio, ATS Insubria invia il referto a Medico di Medicina Generale per la valutazione clinica e le conseguenti prescrizioni. Contestualmente viene attivato l’isolamento OBBLIGATORIO.
In caso di esito negativo, ATS Insubria invia il referto al Medico di Medicina Generale, che conclude l’ isolamento fiduciario del caso e dei contatti stretti conviventi.

Attualmente, in provincia di Varese, i due terzi dei tamponi positivi è relativo a persone asintomatiche o paucisintomatiche.

ISOLAMENTO DOMICILIARE
Qualsiasi sia l’andamento della malattia, il caso positivi viene messo in isolamento obbligatorio

I casi confermati sono posti in isolamento OBBLIGATORIO, presso il domicilio se le loro condizioni di salute lo consentono. Tale valutazione viene effettuata dal
Medico di Medicina Generale o dal Pediatra di Libera Scelta.

Tutti i contatti stretti, familiari o coloro che hanno avuto un contatto diretto da 2 giorni prima della comparsa dei sintomi (almeno 15 min di contatto fisico o ravvicinato non protetto), sono posti in isolamento domiciliare FIDUCIARIO. Tali regole si applicano anche per i contatti in ambito lavorativo.
Con la DGR 3114 del 07/05/2020 anche i casi sospetti di Covid sono posti in Isolamento fiduciario insieme ai loro contatti stretti conviventi dal Medico di Medicina Generale o dal Pediatra di Libera Scelta fino all’esito del tampone diagnostico effettuato sul caso sospetto.

ATS Insubria certifica l’inizio e la chiusura della quarantena mediante l’invio al paziente e al MMG dei certificati in formato PDF.
In questi giorni, Ats Insubria ha registrato un rallentamento dei tempi di “presa in carico”. L’arrivo di nuovi tracciatori dovrebbe far rientrare i ritardi che, in alcuni casi, arrivano anche a 7 giorni.

FINE DELLA QUARANTENA
L’isolamento domiciliare obbligatorio per i soggetti dimessi ancora COVID positivi si estende fino a negativizzazione comprovata da un tampone negativo dopo un periodo di almeno 14 giorni dalla risoluzione dei sintomi.

L’isolamento domiciliare fiduciario si estende per un periodo di 14 giorni che vanno dall’ultima potenziale esposizione al nCoV fino alla fine del 14° giorno successivo a tale esposizione. Al decimo giorno può essere sottoposto a tampone per concludere prima la quarantena.

CHI PUO FARE IL TAMPONE
L’accesso alle postazioni per l’esecuzione dei tamponi non è libero, ma è subordinato all’invito dell’autorità sanitaria, che provvederà ad inviare via email la convocazione con specificato il giorno e l’orario. Il paziente deve presentarsi munito di tessera sanitaria e documento di invito.

Generalmente l’esito del tampone viene caricato dal laboratorio di riferimento sul portale dopo circa 4 giorni feriali dall’effettuazione.
Il referto è inviato al Medico di Medicina Generale e al paziente via email.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore