Caianiello e Casorate, la dichiarazione del sindaco apre il dibattito

Dimitri Cassani in un post ha rivendicato la fermezza verso l'ex plenipotenziario di Forza Italia e ha detto anche che l'ex sindaco di Lonate Rivolta "ha tentato un approccio ad elezioni avvenute". L'opposizione chiede di chiarire

nino caianiello

«Io ho conosciuto i personaggi che ieri hanno accusato tutti, senza prove e senza contraddittorio». Inizia così un post facebook pubblicato dal sindaco di Casorate Sempione Dimitri Cassani, all’indomani della prima puntata dell’inchiesta della trasmissione Report sulla corruzione tra Regione Lombardia e Varesotto.

Ora le opposizioni casoratesi chiedono «chiarimenti» su quel post, in cui il sindaco faceva alcune sottolineature. Il post era accompagnato da un video in cui l’assessore regionale Raffaele Cattaneo (politicamente vicino a Cassani) si difendeva dopo che il suo nome è stato tirato in ballo da Report, in particolare nella vicenda dei camici venuti dalla Dama spa a Regione Lombardia.

Il post del sindaco in realtà si appunta però soprattutto sulla seconda parte della trasmissione, quella che ruotava intorno a Nino Caianiello, l’allora plenipotenziario di Forza Italia nel Basso Varesotto. Sono loro i «personaggi che ieri hanno accusato tutti, senza prove e senza contraddittorio» e che fanno dire a Cassani che quello di Report è un «un bel racconto fatto di mezze verità e tante invenzioni».

Cassani nel post nomina direttamente Nino Caianiello («è stato “gentilmente” invitato a non intromettersi nella politica casoratese) ma anche l’ex sindaco di Lonate Danilo Rivolta, che dopo l’arresto nel 2017 ha contribuito a far luce su diversi meccanismi, con una serie di dichiarazioni confluite poi nell’inchiesta Mensa dei poveri., a fronte anche di successivi riscontri. Secondo Dimitri Cassani, l’ex sindaco Rivolta «ha tentato un approccio ad elezioni avvenute, ricevendo come risposta un no grazie!».

È su queste parole che i consiglieri di opposizione di Casorate Aperta – Isacco Francesco Boffi, Cristina Novarina e Cinzia Scandolara – hanno presentato una interrogazione in Consiglio comunale, che appunto chiede solo «chiarimenti» sulla dichiarazione del sindco.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 26 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore