Ibrahimovic “gioca” con la Lombardia contro il Covid: “Tu non sei Zlatan, non sfidare il virus”

Il calciatore del Milan è protagonista di un video nel quale chiede il rispetto del distanziamento e dell'uso della mascherina

zlatan ibrahimovic regione lombardia mascherina

Il campione del Milan Zlatan Ibrahimovic scende in campo al fianco della Regione Lombardia per contrastare la diffusione del Coronavirus.

Il giocatore rossonero, che ha sconfitto il Covid, ha infatti accettato la proposta del presidente Attilio Fontana diventando protagonista di un video nel quale chiede il rispetto del distanziamento e dell’uso della mascherina e rientra nell’azione di comunicazione della Regione sul tema della responsabilità individuale. Lo fa a modo suo, con un messaggio forte, netto e concreto.

“L’idea di coinvolgere Ibra – spiega il governatore – mi è venuta la sera del derby. Zlatan tornava in campo dopo la convalescenza e a quel punto ho pensato che avrebbe potuto aiutarci a lanciare un messaggio importante”.

“Lui – prosegue Attilio Fontana – ha accettato subito l’invito dimostrando una grandissima sensibilità e assoluta disponibilità e per questo lo ringrazio”.

Il video è stato girato sul terrazzo di Palazzo Lombardia.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Giorgio Martini Ossola
    Scritto da Giorgio Martini Ossola

    Al nostro governatore piace far salotto vip,ricordo quando sindaco di Varese invitò Sgarbi per “consigli” sulla caserma Garibaldi….la caserma è sempre al suo posto,uguale a prima,pericolante ma non crolla perchè costruita in altri tempi,tempi in cui le parole non valevano nulla se non seguite dai fatti.

Segnala Errore