Incidente sul lavoro a Castiglione delle Stiviere, muore un 45enne di Olgiate Olona

Fatale infortunio per Andrea Morresi, di 45 anni. Inutile il trasporto in ospedale con l'elisoccorso

andrea morresi

Infortunio mortale questa mattina – giovedì 29 ottobre – alla Cifa di Castiglione delle Stiviere (Mantova), una ditta che produce betoniere. A perdere la vita un 45enne di Olgiate Olona, Andrea Morresi, che stava lavorando all’interno dello stabilimento castiglionese con un’impresa esterna.

Le autorità competenti stanno ancora ricostruendo quanto accaduto. L’incidente è avvenuto verso le ore 8.30 e, nonostante i primi soccorsi sul posto e il trasporto in ospedale a Brescia con l’elisoccorso, per l’uomo non c’è stato nulla da fare.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il 45enne dovrebbe essere stato schiacciato da un grosso peso.

“Attendiamo di conoscere meglio la dinamica dell’infortunio – afferma Andrea Donegà, segretario generale della Fim Cisl Lombardia -. Ci stringiamo ai familiari del lavoratore colpito e sollecitiamo una volta di più un’azione sinergica per porre fine al dramma degli incidenti e dei morti sul lavoro”.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 29 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.