La cultura non si ferma a Busto Arsizio, nuove modalità per partecipare agli appuntamenti culturali

L'assessore Maffioli ha scelto di non annullare incontri, cineforum e altre iniziative culturali con alcune modifiche per rispettare le normative anti-contagio in vigore

Astrattismo totale a Palazzo Cicogna

Alla luce delle esperienze estive e autunnali e nei limiti delle attuali normative di sicurezza, l’Amministrazione comunale sta attivando modalità alternative per consentire la fruizione delle iniziative culturali programmate. L’assessore alla Cultura Manuela Maffioli prova a mandare un messaggio di speranza in un momento in cui tutto sembra riportarci ai mesi bui di marzo, aprile e maggio con la prospettiva di un nuovo lockdown.

«La voce della cultura non si spegne, le offriamo un nuovo microfono. In queste settimane ci siamo impegnati a organizzare e a proporre eventi in presenza, avendo constatato nei mesi scorsi quanto la cultura fosse richiesta e necessaria – afferma la vicesindaco e assessore alla Cultura Manuela Maffioli -. L’intenzione è quella di continuare nel rigoroso rispetto delle norme e introducendo la possibilità di assistere agli eventi da remoto, modalità che potrebbe permetterci di mantenere comunque un legame con i cittadini interessati a partecipare, in attesa di poter tornare alla normalità».

Già da domani, in occasione dell’appuntamento letterario in programma nella sala Monaco della Biblioteca, per consentire a una più ampia platea di assistere alla presentazione, sarà attivata in via sperimentale una diretta sul canale You Tube della Biblioteca e sulla Web Tv del Comune. Una modalità che potrebbe diventare un’abitudine nel caso sia necessario limitare ancor di più le presenze, e che comunque consentirebbe alla programmazione culturale di non interrompersi.

LETTERATURA

La rassegna “Autunno tra le righe” continua “in presenza” sabato 24 ottobre alle ore 18.30 nella sala Monaco della Biblioteca Comunale “G. B. Roggia” con la presentazione del libro Il teatro ai tempi della peste edito da Jaca Book del regista e scrittore milanese Alberto Oliva.
Nel testo, molto attuale, l’autore mette in evidenza che “nella millenaria Storia del Teatro, non è la prima volta che le sale sono state chiuse, con il divieto di rappresentare pubblici spettacoli. La peste colpisce come un flagello fin dall’antichità, ma il teatro, da sempre, si trasforma e si reinventa, trovando la forza di resistere e rinascere, animato da resilienza, creatività e passione. Il libro racconta il passato per immaginare prospettive future, che sappiano trasformare la crisi in un’occasione di rinascita”.’
L’evento si svolgerà nel pieno rispetto delle normative anticontagio (obbligo di indossare la mascherina, igienizzare le mani e misurazione della temperatura all’ingresso) e solo su prenotazione (piattaforma Eventbrite: https://www.eventbrite.it/e/126031476539)

Si segnala infine che gli appuntamenti previsti per lunedì 26 ottobre con Simonetta Agnello Hornby e per mercoledì 28 ottobre con Giuseppe Leonelli non si svolgeranno: gli autori, vista la situazione, hanno deciso, in via prudenziale, di rinviare gli incontri.

ARTE

Intanto si continua a lavorare sugli appuntamenti dedicati all’arte: “La mostra delle opere di Ferdinando Pagani, che si è conclusa la settimana scorsa, ha registrato ben 480 visitatori, un dato incoraggiante a fronte delle difficoltà del periodo, che puntiamo a migliorare nei prossimi mesi – continua Maffioli -; stiamo infatti investendo sulle mostre, attività realizzabili nel rispetto delle regole di distanziamento. A breve presenteremo il calendario, sperando che la situazione non peggiori ulteriormente”.

CINEMA

La rassegna cinematografica del circuito Sguardi d’essai è confermata anche per la prossima settimana: le sale hanno però deciso di anticipare le proiezioni in modo da permettere agli spettatori di rispettare il coprifuoco.

In particolare: mercoledì 28 ottobre al cinema Teatro Manzoni sarà proiettato il film I MiserabiliI alle ore 16 e alle 20.30 (non alle 21); giovedì 29 ottobre al Cinema teatro Fratello Sole sarà proposto Il diritto di opporsi alle ore 16.00 e alle ore 20.20 (non alle 21) (anche domenica 1 novembre alle ore 16.00); venerdì 30 ottobre al Cinema teatro Lux venerdì 30 ottobre è in programma Il grande passo alle ore 20.45 (non alle 21.15) – (anche domenica 1 novembre, ore 20.45).

“Si naviga a vista – prosegue l’assessore -, ma con una maggiore consapevolezza rispetto alla primavera. Anche per questo stiamo cercando di approntare strumenti e tecnologie che possano consentire alla cultura di sottrarsi al silenzio a cui è stata per troppo tempo costretta”.

“Al pubblico – è l’appello della vicesindaco – chiediamo una piccola modifica delle proprie abitudini: presentarsi prima consentirà di rientrare a casa senza affanni, nel rispetto delle norme e senza rinunciare alle proprie passioni”.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 23 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore