Varese News

Luino, ecco gli incarichi speciali ai consiglieri

Dalle frazioni ai trasporti, dalla multiculturalità alla sanità: sono alcune delle materie di cui si occuperanno i consiglieri

luino spoglio elezioni

Cinque consiglieri eletti a Luino nelle liste di “Proposta per Luino” ricopriranno cariche delegate su materie decise dal sindaco per coadiuvare l’azione amministrativa.

Lo ha deciso lo stesso Enrico Bianchi nella giornata di martedì con un decreto sindacale che specifica nomi e funzioni specificando che “gli incarichi non costituiscono attribuzione delle funzioni istituzionali delle quali rimane esclusivo titolare il sindaco, ma si risolvono nell’espletamento dei compiti individuati nel presente atto di
conferimento di incarico, impregiudicate le attribuzioni allo stesso riconosciute dall’ordinamento”.

Ecco dunque chi sono.

Giuseppe Cutrì curerà i rapporti con le frazioni e i quartieri e problematiche ad essi inerenti.
Erika Papa: sviluppo di progetti per l’infanzia, sotto i diversi profili sociali, culturali ed educativi, in particolare, realizzazione del progetto: “Città dei bambini”.
Paolo Portentoso : tematiche inerenti alla sanità territoriale e ospedaliera; supporto
nell’organizzazione di eventi culturali, in particolare di quelli musicali, e di intrattenimento.
Franca Valeria Squitieri: tematiche specifiche del trasporto, in particolare di quello ferroviario; Piano urbano del traffico e mobilità.
Libero Tatti: Promozione della multiculturalità e interculturalità, anche attraverso il supporto ad iniziative finalizzate all’integrazione e allo scambio culturale.

C’è da precisare che l’esercizio degli incarichi da parte dei Consiglieri incaricati non può comportare l’adozione di atti a rilevanza esterna né compiti di amministrazione attiva. Per il concreto esercizio delle attività previste dagli incarichi in argomento, i Consiglieri incaricati potranno rapportarsi con i Responsabili dei competenti Servizi;
Inoltre gli incarichi in questione, fatto salvo quanto espressamente previsto, non comportano l’esercizio di alcuna prerogativa ulteriore rispetto a quelle degli altri Consiglieri comunali.

Una decisione, quella di Enrico Bianchi, presa sul piano normativo dalle norme contenute nello statuto comunale che prevede che “I consiglieri comunali possono
essere incaricati dal sindaco di seguire determinati progetti o di approfondire tematiche o argomenti di interesse del Comune” e che pertanto il primo cittadino può “affidare la
trattazione di affari e materie ai singoli Consiglieri”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore