“Con il Mes avremmo risparmiato 40 milioni l’anno di interessi”, l’economista De Romanis alla tv di Italia Viva Varese

Tra i temi toccati nel corso dell'intervista anche il Recovery Fund, altro strumento finanziario, parte del progetto di politica economica europea Next Generation EU

de romanis

“È sorprendente che il MES, sotto forma di linea di credito agevolato per gli Stati, venga rinnegato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte dopo che era stato il suo stesso Ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, a negoziarlo. Ad oggi, la legge finanziaria ha stanziato 4 miliardi per contrastare gli effetti dell’emergenza sanitaria, finanziati con debito pubblico normale. Se avessimo utilizzato il MES, con le condizioni finanziarie che lo caratterizzano, avremmo risparmiato 40 milioni l’anno in interessi”. A parlare, ospite della TV streaming di Italia Viva Varese, è Veronica De Romanis, economista, docente presso la Stanford University e l’Università Luiss, intervistata da Tommaso Girotti, a proposito del fondo “salva Stati” che l’Unione Europea intende destinare ai Paesi come l’Italia, gravemente colpiti dalla pandemia.

De Romanis, nel corso dell’intervista, sfata diverse credenze e argomentazioni dei partiti che proprio in questi giorni si stanno opponendo all’utilizzo del MES. A tal proposito afferma: “L’Europa ci offre un finanziamento per la spesa sanitaria diretta e quella indiretta ad un tasso bassissimo senza la necessità di sottoscrivere alcun programma di aggiustamento macroeconomico”. Netta quanto autorevole quindi la posizione della Professoressa De Romanis sul MES, tema all’ordine del giorno della politica nazionale, che vede Italia Viva schierata a favore dell’utilizzo immediato di questa importante opportunità finanziaria.

Tra i temi toccati nel corso dell’intervista anche il Recovery Fund, altro strumento finanziario, parte del progetto di politica economica europea Next Generation EU, anche questo oggetto di disputa nel dibattito politico italiano sulle prossime strategie di Governo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore