Quantcast

“Nessuno ha ripulito il ponte tra Brenta e Cittiglio, prepariamoci ad un’altra esondazione”

La denuncia di un lettore della situazione del torrente Serpillo tra Brenta e Cittiglio: "Il ponte è completamente ostruito dai detriti"

È passata una settimana dall’alluvione di giovedì 24 ottobre e mancano poche ore ad una nuova intensa perturbazione che potrebbe colpire duramente il Varesotto. E così mentre a Luvinate si corre contro il tempo per la messa in sicurezza del Tinella un altro punto della provincia che è andato sott’acqua è stato dimenticato, il ponte della statale 394 tra Brenta e Cittiglio.

La denuncia arriva dal nostro lettore Davide Bianchi che è andato a documentare la quantità di detriti che è ancora ammassata sotto il ponte in cui scorre il torrente Serpillo. Terra, massi e rami che fanno da tappo proprio nel tratto di strada che venerdì scorso si è allagato.

«Nel  video non si vede ma è tutto completamente pieno di detriti di legno che ostruiscono completamente il ponte -dice Davide Bianchi- quindi prepariamoci alla prossima alluvione».

Esonda il Boesio, disagi sulla statale tra Cittiglio e Brenta

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore