Uil Scuola in difesa dei “segretari” facenti funzione

Dopo anni di servizio reso, i direttori dei servizi generali e amministrativi (Dsga) vedranno il loro incarico revocato già a partire dal dicembre 2020

precari assegnazione cattedre scuola pellico varese 2011

I direttori dei servizi generali e amministrativi (Dsga) in provincia di Varese sono 42. Per anni hanno guidato la macchina scolastica con passione, dedizione e professionalità, qualità che hanno permesso di superare le grandi difficoltà che la scuola sta vivendo.
Con la conversione in legge del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104 c’è una immediata destituzione degli assistenti amministrativi dall’incarico. Una decisione che li costretti a scrivere una lettera aperta ai dirigenti scolastici per chiedere sostegno. «Sono lavoratori che da anni svolgono una funzione che ora la politica vuole spazzare senza una benché minima considerazione – spiega Francesco Aretano, segretario generale dalla segreteria Uil Scuola Rua di Varese – nemmeno in nome del bene dei servizi amministrativi delle scuole. Hanno negato loro un concorso straordinario, la mobilità professionale non è attivata da un decennio, in alcune regioni sarà revocato l’incarico già in corso d’anno. Come organizzazione sindacale sosteniamo la loro giusta rivendicazione, per l’importanza che rivestono queste figure e per la garanzia della funzionalità delle attività amministrative delle scuole».

Chiare le richieste nella lettera: si appellano ai dirigenti scolastici, che conoscono la loro gavetta ed il loro carico di lavoro, affinché facciano sentire la loro voce a Roma. «Chiediamo ai dirigenti scolastici di farsi nostri portavoce, inoltrando una missiva all’Ufficio Scolastico Regionale, agli Uffici Scolastici Territoriali, al Ministero dell’Istruzione ed al Prefetto di Varese, a sostegno dei Dsga facenti funzione».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore