Un farmaco efficace contro il Covid a partire da marzo: la speranza scientifica del professor Rappuoli

Intervistato da Fabio Fazio, il direttore scientifico della Glaxo Smith Kline (Gsk) ha parlato di ottimi passi avanti nella creazione di un farmaco efficace contro la Sars Cov 2

Generica 2020

Il Professor Rino Rappuoli è uno dei maggiori esperti di vaccini in Italia e nel mondo. A lui si devono gli studi che hanno portato alla creazione, fra gli altri, del vaccino contro il menigococco b. Durante la trasmissione “Che Tempo Che Fa” andata in onda domenica 25 ottobre ha spiegato come, grazie alla ricerca che sta portando avanti con il suo team, potremmo avere a disposizione un farmaco efficace contro il Covid a partire da Marzo 2021. 

Gli studi si basano sull’utilizzo un “super anticorpo monoclonale” in grado di proteggere le persone rendendole immuni per almeno sei mesi. 

«I miei dubbi sono pochi. – ha detto Rappuoli intervistato da Fabio Fazio – Dobbiamo fare le prove cliniche ma sono molto convinto. Speriamo di iniziare gli studi clinici tra circa un mese, prima di Natale. Finire entro febbraio, e a marzo avere il farmaco a disposizione. Almeno le prime decine di migliaia di dosi».

Una lotta che si dovrà combattere sul doppio fronte della prevenzione per gli individui sani e della cura degli infetti :«Abbiamo bisogno di vaccini per prevenire in futuro questa malattia, ma nel frattempo abbiamo tante persone infette – sottolinea lo scienziato – Sviluppare le cure non è facile. Noi e pochi laboratori nel mondo ci siamo messi a sviluppare degli anticorpi monoclonali».

«Gli anticorpi monoclonali – aggiunge – sono delle sostanze naturali presenti nel sangue delle persone che guariscono dal virus; quelle che hanno permesso a queste persone di guarire. Noi siamo riusciti a prenderle dal sangue di alcune persone convalescenti, a isolare e riprodurre questi super anticorpi in laboratorio. Siamo riusciti a fare dei vaccini per prevenire la pandemia e degli anticorpi monoclonali per curarla in tempi record».

Anche altri ricercatori, in altri paesi del mondo, stanno portando avanti la ricerca con i “super anticorpi” e fra i personaggi illustri che hanno combattuto il Covid facendone uso vi è il Presidente Americano Donald Trump.

Quella di Rappuoli è sicuramente una voce autorevole e di speranza di chi le malattie, numeri inconfutabili alla mano, è solito sconfiggerle per davvero.

di martinellieleonora@gmail.com
Pubblicato il 26 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Non capisco perchè i personaggi ricchi e potenti ne possono fare uso in anteprima esclusiva mentre le persone normali debbano aspettare i giusti tempi della approvazione.
    Mi chiedo se di fronte alla concreta possibilità di morire o di avere lasciti pesanti da questa malattia non si possa per un momento valutare e soppesare i rischi seppur contenuti di assumere una cura non ancora certificata.
    Dire che a Marzo ci sarà una cura basata su anticorpi non ci lascia speranze caro professore, marzo è lontano e sicuramente la cura inizialmente non sarà a disposizione per tutti. Di fronte a mali estremi occorrono anche azioni estreme.

Segnala Errore