In un video la rinascita dopo il Covid di Vito Romaniello

Ripercorre in poco più di sei minuti le tappe drammatiche vissute dal giornalista, scandite dagli interventi dei medici che l'hanno assistito nella vittoria della "Partita della vita"

Il giornalista sportivo Vito Romaniello, colpito dal Covid-19 nei primi giorni della pandemia, ha pubblicato un video dove racconta la lotta contro la malattia. A narrare la sua vicenda, dal giorno del ricovero in terapia intensiva fino alla riabilitazione, sono tre voci: quella dell’amico Massimo Raso, anestesista rianimatore, che gli consigliò di prendere l’ultimo posto disponibile in terapia intensiva all’ospedale di Circolo, del professore di anestesiologia Paolo Severgnini e del pneumologo Sandro Noto che lo ha seguito nel recupero.

Il video ripercorre in poco più di sei minuti le tappe drammatiche vissute dal giornalista, scandite dagli interventi dei medici che l’hanno assistito nella vittoria della “Partita della vita“. Romaniello però non ha dimenticato le vittime della pandemia, anzi. Per un giornalista sportivo che di partite sui campi di calcio, dalla terza categoria alla serie A, ne ha commentate tante, l’unica vera ragione di fare un video era il pensiero per tutti coloro che quella partita non sono riusciti a vincerla.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Sul “questo è un toro”, “questo è spartano” ho chiuso il video. Una mancanza di rispetto per tutti quelli che non ce l’hanno fatta. Evidentemente non erano tori.

Segnala Errore