Varese: due milioni dal Governo per la sistemazione di Largo Flaiano

L'annuncio del senatore Alfieri (PD), autore dell'emendamento al Decreto Agosto approvato in aula. «Un segno di attenzione per la nostra città e il riconoscimento del lavoro svolto dall'amministrazione Galimberti»

Largo Flaiano prima della Vela (inserita in galleria)

C’è la spinta del Governo sul rifacimento di Largo Flaiano a Varese, la zona nella quale termina (con un semaforo) la bretella autostradale che collega la A8 alla Città Giardino. Una situazione che crea spesso lunghe code per chi deve raggiungere Varese e per la quale fino a oggi non sono state attuate soluzioni migliorative per gli automobilisti e per i cittadini che vivono intorno a quello snodo.

È stato infatti approvato un emendamento al Decreto Agosto, presentato dal senatore varesino Alessandro Alfieri (Partito Democratico), sul progetto di risistemazione complessiva della viabilità di Largo Flaiano; il decreto ha poi incassato la fiducia in aula. Il finanziamento governativo è di due milioni di euro e lo ha annunciato lo stesso Alfieri con una lettera inviata al sindaco Davide Galimberti.

«Caro sindaco, siamo a una svolta: ti scrivo per dirti che ce l’abbiamo fatta – si legge nel documento firmato dal senatore – Non era scontato poter inserire direttamente un finanziamento ad hoc per la nostra città in un provvedimento per la ripresa economica del nostro Paese. Questa decisione è certamente il segno dell’attenzione del governo per Varese e più in generale per il nostro territorio, che ha ritrovato centralità tra Milano e la Svizzera. Ma è soprattutto il riconoscimento per il lavoro tuo e della tua squadra».

Alfieri ricorda come siano trascorsi meno di tre mesi dal primo incontro con Galimberti e con l’assessore Civati nella sede del Ministero delle Infrastrutture a Roma, prima di una serie di riunioni che hanno coinvolto anche i tecnici comunali, quelli dello stesso ministero, di RFI (Largo Flaiano si trova al di sopra della ferrovia) e Anas. «Ora bisogna completare il progetto esecutivo e ci sono i primi due milioni per attuarlo – spiega ancora Alfieri – Il provvedimento di oggi – sono certo – può rappresentare un’ulteriore opportunità di modernizzazione della nostra città».

 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carlo196

    Poi ci sono i vari leghisti e company che criticano l’attuale amministrazione accusandola di essere inerte quando, in quattro anni, ha messo in cantiere più opere a beneficio della città che non loro in oltre 20 anni.

  2. Bianca Tramontin
    Scritto da Bianca Tramontin

    Quando si troveranno 50.000 Euro per fare 200 m di marciapiede in Via Corridoni?

    1. Scritto da carlo196

      @Bianca Tramontin
      li hanno già spesi per rifare le strisce pedonali con rialzo dell’asfalto a Bobbiate (cifra che mi pare un’assurdità visto che con quell’importo si può comprare un monolocale…)

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.