“Vieni con me”, un film per raccontare Paolo Conte

Torna nelle sale dal 15 al 18 ottobre 2020 il film di Giorgio Verdelli, dedicato al cantautore di Asti con testimoniante di amici e colleghi

Generica 2020

Torna nelle sale dal 15 al 18 ottobre 2020 il film “Vieni con me” di Giorgio Verdelli, dedicato a Paolo Conte.

Uscito per la prima volta al cinema a fine settembre, è stato presentato al Film Festival di Venezia e si tratta di un documentario di circa un’ora e mezza, dedicato alla carriera di uno dei cantautori più amati delle musica italiana. La trama, infatti, parte da una lunga intervista al cantautore di Asti ed è intervallata da testimonianze di amici e colleghi.

Paolo Conte ripercorre davanti alla telecamera alcuni passaggi della sua vita. È avvolto da una nuvola di fumo e indossa l’immancabile maglione blu. Tra le dita di una mano stringe una sigaretta e si racconta con semplicità. Dalla prima band fondata con il fratello Giorgio, fino ai concerti nei più bei teatri di Parigi. L’amore per il jazz, la nascita di canzoni come “Azzurro” – poi cantata da Adriano Celentano – “La topolino amaranto”, “Onda su onda”, “Un gelato al limon”, per citarne alcune. Paolo Conte ama scrivere, racconta che c’è poco di autobiografico nelle sue canzoni ma ama prendere spunto dalla vita reale per costruire storie.

La pellicola permette così di tuffarsi nelle atmosfere degli anni Sessanta e Settanta e di ascoltare testimonianze inedite. Jane Binik, ad esempio, ricorda un duetto con “l’avvocato”, Roberto Benigni parla con nostalgia dei momenti nei backstage. Paolo Jannacci, figlio di Enzo, sorride nel raccontare le telefonate tra i due artisti, si chiamavano genio e poeta. Caterina Castelli, invece, mostra orgoglio nell’aver potuto interpretare una canzone come “Arrivederci amore ciao”. Ci sono poi le interviste a Francesco De Gregori, Pupi Avati, Jovanotti, Luisa Ranieri, Luca Zingaretti, Renzo Arbore, Peppe Servillo in un collage di fotogrammi che permettono di conoscere Paolo Conte nei suoi aspetti più intimi. Per gli amanti dell’artista inoltre, proprio in questi giorni è uscita la ristampa in vinile di cristallo del suo primo album di live in Europa.

di
Pubblicato il 15 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore