Il virus accelera: 500 i ricoverati. La situazione nei diversi ospedali della provincia

Sono 305 nei reparti dell'azienda ospedaliera Sette Laghi e 181 in quelli della Valle Olona. Presto 75 nuovi letti ad Angera mentre Somma Lombardo rimarrà Covid free

ospedale covid varese circolo

In questa seconda ondata pandemica, il virus chiede meno terapia intensiva ma maggiore assistenza in reparti acuti. I ricoveri nelle ultime due settimane hanno ripreso a correre nelle aziende ospedaliere del territorio i provincia di Varese di Ats Insubria.

La conferma arriva dalle direzioni strategiche di Sette Laghi e Valle Olona dove attualmente sono oltre 500 i pazienti Covid negli ospedali del Varesotto. 

La capacità ricettiva dei presidi attualmente organizzati per far fronte ai ricoveri Covid si sta esaurendo e si stanno velocemente riconvertendo nuovi spazi anche in altri ospedali.

Asst Sette Laghi – Ospedale di Circolo a Varese

È il caso della Sette Laghi che, al momento, ha ricoverato 305 pazienti mentre sono 478 quelli trattati dalla metà di ottobre. La maggior parte è assistita nell’hub covid, in pneumologia, nelle malattie infettive. Di questi 34 sono ventilati con la Cpap. Ci sono poi 36 persone nei reparti subacuti, 24 nelle terapie intensive e 7 ospitate all’hospice. Sono sttai aperti letti nelle Terapie Intensive Generale, Cardiochirurgica e, da ieri, della Neurochirurgica, per un totale di 30 posti letto ad alta intensità di cura dedicati ai pazienti più duramente colpiti dal Covid.

Questa mattina, in pronto soccorso 25 persone attendevano nella parte “covid” del pronto soccorso.
L’incremento di malati Covid19 ha subito una forte accelerazione soprattutto nelle ultime settimane: in poco tempo si è passati da 160 a 305 pazienti positivi al SarsCoV2.

Vista la pressione, sin dalla prossima settimana si attiveranno 75 nuovi letti nel presidio di Cittiglio e Luino. Tutti i pazienti attualmente ricoverati e fragili verranno spostati ad Angera che rimarrà escluso dalla riorganizzazione Covid. Si tratta di una riorganizzazione temporanea per far fronte all’attuale all’emergenza.

È in corso inoltre una valutazione per rimodulare e contrarre l’attività ambulatoriale con l’obiettivo di garantire tutte le prestazioni con priorità U e B, ma anche mantenere altre prestazioni per tutte le specialità che non sono coinvolte, dal punto di vista dell’impegno di risorse umane, nella gestione diretta dei pazienti con Covid.

Focolaio all’ospedale di Tradate
Un focolaio si è registrato tra i pazienti della medicina che ha coinvolto anche gli operatori. I casi positivi sono stati isolati ed è in corso la sanificazione dell’intero reparto.

Asst Valle Olona – Ospedali di Busto, Saronno e Gallarate

Uguale la pressione negli ospedali della Valle Olona che ha attualmente 181 letti occupati per il Covid: 88 sono letti di cura al presidio di Busto Arsizio che ha anche 8 pazienti in rianimazione.

A Saronno i ricoveri sono 71 dei quali 5 in terapia intensiva mentre anche Gallarate ha attivato un reparto Covid+ con 22 letti dedicati. Al momento solo l’ospedale di Somma Lombardo rimane totalmente covid negativo. Anche nei pronto soccorso della Valle Olona si registrano accessi importanti con sintomatologie specifiche: in attesa ci sono 29 persone a Busto Arsizio, 25 a Saronno e 8 a Gallarate.

Anche l’Asst Valle Olona è stata chiamata a inviare personale all’ospedale in Fiera a Milano: verranno quindi impiegati 12 operatori  3 medici e 9 infermieri. 

di alessandra.toni@varesenews.it
Pubblicato il 30 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore