Alessio Rovera è spaziale a Monza: rimonta, vittoria e titolo italiano GT

Quarto campionato vinto in carriera dal 25enne varesino, al primo trionfo su una Ferrari. Suo il tricolore Endurance insieme a Roda e Fuoco: "Vincere con il Cavallino Rampante è qualcosa di speciale"

Alessio Rovera 2020

Da oggi – domenica 8 novembre – c’è un altro titolo di grande prestigio nella bacheca di Alessio Rovera, appena 25 anni e un curriculum di vittorie chilometrico. Il pilota di Casbeno conquista sulla pista (amatissima) di Monza il secondo titolo italiano gran turismo consecutivo: dopo aver trionfato nel 2019 nella serie “Sprint”, questa volta si è ripetuto centrando lo “scudetto” nella serie Endurance, ovvero delle prove di durata (ogni gara sulla distanza di 3 ore).

Un successo tutt’altro che scontato e che sembrava lontano dopo le qualifiche, visto che la Ferrari 488 della AF Corse del trio formato da Rovera, dal comasco Giorgio Roda e dal cosentino Antonio Fuoco aveva ottenuto solo il settimo posto in griglia di partenza. Ma come ogni gara di durata che si rispetti, è alla domenica che si ottengono i risultati più importanti e così è stato: dopo una rimonta furiosa e dopo qualche evento favorevole, la vettura del Cavallino Rampante ha tagliato il traguardo da vincitrice della “3 Ore” monzese.

Seconda sotto la bandiera a scacchi, la Ferrari è risultata ugualmente prima in classifica in virtù della penalizzazione di 5″ che incombeva sull’Audi ufficiale per via di una precedente decisione della giuria. Intascati i 20 punti, Rovera e compagni sono saliti a quota 47 (49 totali, due però “scartati” per regolamento) nella classifica generale conquistando così il titolo.

Un risultato sul quale Rovera ha messo una grande firma: impegnato nel secondo stint (in queste gare ogni pilota resta al volante per circa un’ora), il talento varesino ha proseguito la risalita dopo aver preso la macchina da Roda in settima posizione (grazie a una safety car il distacco dai primi si era assottigliato nel primo stint). Alessio ha recuperato in tutto tre posizioni con una prova sublimata sia scavalcando la Lamborghini di Giammaria, sia mantenendo un passo fantastico che gli ha permesso di riavvicinare i primi tre in classifica.

alessio rovera automobilismo ferrari 488 gt3 af corse
La Ferrari 488 GT3 della AF Corse

Poi Antonio Fuoco – pilota cresciuto nell’Academy Ferrari e già collaudatore in Formula Uno – ha fatto il resto, approfittando anche dell’uscita di scena della Bmw di Comandini-Zug-Krohn in seguito a un contatto con l’Audi condotta in quel momento da Drudi, che è appunto costata la penalizzazione di 5″ alla vettura tedesca. Con Drudi nel mirino, Fuoco ha “martellato” sull’acceleratore giro dopo giro chiudendo immediatamente alle spalle dell’Audi e consegnando alla Ferrari AF Corse la seconda vittoria su quattro gare di questo campionato italiano GT Endurance 2020 dopo quella di Imola.

«Monza è ormai un destino, un talismano nella mia carriera – ha detto a caldo Rovera nel dopo gara ricordando anche le vittorie precedenti – Ho di fatto festeggiato tutti i titoli di campione sulla pista di casa. Sono emozionato e contento, anche perché sono alla stagione d’esordio con la 488 e questo è il primo titolo al volante della Ferrari, che significa pur sempre qualcosa di speciale». Ad Alessio non sfugge la portata dell’impresa considerando anche il fatto che il suo equipaggio scattava dalla quarta fila dietro a tutti gli altri pretendenti al trono.

«È stata una rimonta dura che ha impegnato ogni singolo componente della squadra al 101% – prosegue il 25enne varesino – Provo tanta soddisfazione perché in gara siamo sempre stati veloci e costanti e questo è l’aspetto che più mi è piaciuto. Con i miei compagni di equipaggio tutto è sempre andato bene e AF Corse ha svolto un lavoro perfetto fra strategia e pit-stop. Siamo stati gli unici a vincere due volte in stagione nell’Endurance e ringrazio tutti quelli che ci hanno creduto». Ma giustamente Rovera ricorda che non finisce qui: «Ci aspetta ancora la tappa di Vallelunga che concluderà la serie Sprint (Rovera e Roda sono attualmente secondi, con ancora la possibilità di vincere il titolo ndr) quindi rimaniamo concentrati per il finale pur iniziando a pianificare il 2021».

IL PALMARES DI ROVERA

Alessio Rovera, nato a Varese il 22 giugno del 1995 ha ottenuto il quarto titolo assoluto nella sua carriera. Ecco l’elenco completo:
2013 – Formula Aci-Csai Abarth – Cram Motorsport
2017 – Carrera Cup Italia – Porsche
2019 – Campionato Italiano GT “Sprint” – Mercedes /Antonelli Motorsport (con R. Agostini)
2020 – Campionato Italiano GT “Endurance” – Ferrari / AF Corse (con G. Roda e A. Fuoco)

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 08 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.