Crugnola, ultima chiamata per il tricolore sugli sterrati della Toscana

Il Tuscan Rewind è l'ultima tappa del Campionato Italiano Rally: il pilota varesino è l'unico a poter detronizzare il campione in carica Basso. Serve un'impresa tra tante incognite

andrea crugnola rally 2020 foto acisport

Il titolo italiano assoluto 2020 del rally (CIR) si gioca tutto all’ultima prova, in Toscana, sullo sterrato e in una sola giornata, quella di sabato 21 novembre. Un appuntamento, quello con il Tuscan Rewind, nel quale gli occhi saranno puntati con grande attenzione su Andrea Crugnola, 32 anni, pilota di Calcinate del Pesce che in questa sorta di “finale tricolore” si giocherà lo scudetto con il veneto Giandomenico Basso.

Alla vigilia della gara – l’arrivo è Buonconvento in provincia di Siena, il via è stato spostato nel kartodromo della città del Palio – Crugnola deve recuperare 4 punti a Basso, leader della classifica e tre volte campione d’Italia, l’ultima proprio lo scorso anno quando Crugnola fu secondo in extremis. La lotta sarà ristretta solo a loro due, perché gli altri concorrenti ancora in corsa per la matematica – Stefano Albertini e Alessandro Re – non saranno al via del rally toscano.

Crugnola avrà a disposizione la Citroen C3 R5 del team FPF Sport con cui ha gareggiato in tutto il CIR 2020 cogliendo tre successi parziali mentre Basso sarà al via con la Volkswagen Polo R5 dell’HK Racing: sui sedili di destra, rispettivamente, Pietro Ometto e Lorenzo Granai. «Le vetture sono praticamente equivalenti, sono state settate per lo sterrato e a questo punto non resta che mettersi al volante e provare a fare del nostro meglio» commenta il pilota varesino alla vigilia, dopo che le ultime decisioni hanno dato il via libera definitivo al Tuscan. «Di certo non sarà facile – prosegue Andrea (foto in alto: Acisport) – perché prima di tutto devo riuscire a tenermi Basso alle spalle e già questo non è semplice. Inoltre dovrò provare a vincere il rally, l’unico modo per essere sicuro di conquistare il titolo in ogni caso, ma al via ci sono altri concorrenti molto forti a partire dal finalndese Lindholm (Skoda Fabia R5) che possono ambire al successo della classifica del CIR. Però noi ci siamo e siamo pronti a dare il massimo, questo è certo».

Il Tuscan Rewind è valido anche come ultima gara del CIRT, il campionato tricolore su terra, ma i “terraioli” non incideranno sulla graduatoria del CIR assoluto e, di fatto, faranno gara a parte. Quella del fondo sterrato è un’incognita in più per Crugnola e Basso: «A me piace gareggiare su terra e mi piace molto anche il tracciato di questa gara; certo, né io né Giandomenico abbiamo disputato un rally sullo sterrato nell’ultimo anno quindi tutto può accadere».

La gara toscana gode di un punteggio maggiorato rispetto alle precedenti: il coefficente è infatti di 1,5 ma anche con questo sistema il grande favorito rimane Basso: se il campione in carica si piazzerà davanti a Crugnola o immediatamente alle sue spalle (salvo che per l’opzione del 1° e 2° posto) il titolo andrà al pilota della scuderia Loran. Va anche detto che Basso ha già sprecato il primo match ball tricolore al “Due Valli”, quando si è dovuto ritirare nel finale per un grave danno a una ruota dopo che Crugnola era uscito di strada: vedremo se quell’errore peserà a livello psicologico sull’esperto conduttore veneto.

Al di là di Crugnola, il Tuscan vede al via altri piloti targati Varese: David Bizzozzero sarà in gara su una Skoda Fabia R5 accanto al fido Denis Tosetto mentre Riccardo Pederzani è iscritto alla classifica del CIR Junior (attualmente è sesto) e quindi guiderà una Ford Fiesta di classe R2B affiancato da Sofia D’Ambrosio. Nell’elenco partenti c’è anche il campionissimo del motocross Toni Cairoli con una Hyundai i20 R5 insieme ad Anna Tomasi. Per quanto riguarda infine il CIRT, la sfida per lo “scudetto” coinvolge Simone Campedelli, Giacomo Costenaro e il boliviano Marco Bulacia mentre Paolo Andreucci – attuale leader della classifica – gareggerà in questo caso nel CIR ma potrebbe ancora vincere il titolo su terra. Sabato sera, comunque, avremo a disposizione tutti i verdetti.

CIR – CLASSIFICA a una gara dal termine
1) Giandomenico Basso (VW Polo Gti) 49; 2) Andrea CRUGNOLA (Citroen C3) 45; 3) Stefano Albertini (Skoda Fabia) 34; 4) Marco Signor (VW Polo) 31; 5) Alessandro Re (Skoda Fabia) 30.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 20 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.