Fontana: “Il Governo vuole tenere la Lombardia in zona rossa fino al 3 dicembre”

Il Governatore lombardo spiega che "il governo intende mantenere in vigore fino al 3 dicembre le attuali misure restrittive". In serata telefonata con Speranza

Attilio Fontana

La Lombardia zona rossa era e zona rossa potrebbe rimanere. Nell’aggiornamento delle fasce di rischio che è atteso per il 27 novembre, infatti, sembra non ci sarà alcun cambiamento per il nostro territorio.

«Nonostante la mia opposizione, il Governo intende mantenere in vigore fino al 3 dicembre le attuali misure restrittive e, quindi, lasciare la Lombardia in zona rossa» ha dichiarato il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana.

«Nel DPCM -ha aggiunto Fontana- sono presenti automatismi secondo i quali la Lombardia è da due settimane pienamente nei parametri previsti per il passaggio in zona arancione. Ho fatto presente al Governo che, così come si applicano automatismi in senso negativo, gli stessi devono essere attuati quando la situazione migliora. Continuerò a farmi portavoce verso l’Esecutivo, anche a nome dei sindaci che hanno espresso il medesimo parere, affinché la Lombardia, come previsto dagli indicatori, entri in zona arancione prima possibile». Secondo Fontana «restare in zona rossa significa non fotografare la realtà dei fatti e non considerare i grandi sacrifici dei lombardi».

Poco tempo dopo aver diffuso questa nota da Regione Lombardia arriva la comunicazione di una telefonata avvenuta con il ministro della Salute, Roberto Speranza. «Ho avuto, qualche minuto fa, un confronto schietto e diretto con il ministro Speranza -ha commentato Fontana-. Entrambi condividiamo che, secondo il modello delle ‘zone’ predisposto dal Governo, la Lombardia abbia tutti i requisiti per passare da quella rossa a quella arancione. Ci siamo lasciati con l’impegno di riaggiornarci molto presto per verificare quella che realmente puo’ essere la data giusta per allentare le misure restrittive nella nostra regione. Com’è nel nostro modo ormai consolidato di rapportarci, ci siamo parlati senza tatticismi politici o retropensieri, ma con il solo intento di far prevalere il bene comune per i nostri cittadini. Sia per quanto attiene alla loro salute, sia per cio’ che concerne la situazione economica”.

Coronavirus: i nuovi positivi sono 559 nel Varesotto, 5.697 in Lombardia

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Finchè in questo paese ci saranno queste dualità e questi attriti sempre più soffocanti tra governatori regionali e governo non andremo da nessuna parte.
    Per come è stata gestita la emergenza in Lombardia, a partire dalla penuria dei vaccini antinfluenzali, Fontana dovrebbe avere qualche istante di umiltà e di realismo. Invece non perde occasione per innescare polemiche ad oltranza ancora prima di conoscere le decisioni ufficiali.

  2. gianfranco_nicora
    Scritto da gianfranco_nicora

    Ha pienamente ragione il Governo ! Fontana a i suoi collaboratori hanno già combinato disastri! Noi siamo in attesa ancora di poter essere vaccinati contro l’influenza! I vaccini non si trovano! E’ una vergogna

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.