Tenta di investire i carabinieri di Luino col furgone rubato: arrestato

Il Fiat Doblò intercettato dai militari all'altezza di Mesenzana, fermato dopo un inseguimento per le strade della Valcuvia

varie

L’inseguimento per la statale della Valcuvia, il tentativo di investire uno dei carabinieri e il principio di una fuga che non ha avuto fortuna, portando all’arresto dell’uomo alla guida del mezzo risultato rubato.

I carabinieri del Nucleo Radiomobile di Luino, lunedì scorso, mentre percorrevano la s.s. 394 a Mesenzana, hanno intercettato un Fiat Doblò che era stato rubato proprio due giorni prima in Valcuvia con alla guida un trentenne, noto ai militari perché solo pochi giorni prima gli era stata sospesa la patente di guida.

L’uomo, una volta accortosi della pattuglia dei carabinieri, ha presto accelerato  per fuggire in direzione di Varese svoltando per Rancio Valcuvia. I militari dopo aver invertito la marcia e messisi all’inseguimento, lo hanno intercettato poco fuori del centro abitato di Rancio.

Nel corso dell’inseguimento, a tratti rocambolesco, il fuggitivo ha imboccato la strada verso Brinzio ma, giunto in una curva, a causa dell’eccessiva velocità, ha perso il controllo del mezzo dopo aver invaso la corsia opposta e creando grave pericolo per gli altri automobilisti.

Una volta arrestata la marcia, all’arrivo dei carabinieri l’uomo ha tentato prima di investirli, quindi ha tentato di schiacciare la mano di uno di loro dentro la portiera per poi di riprendere la marcia cercando di metterli sotto, ed ancora zigzagando lungo il percorso schiantandosi poi, nuovamente, contro un altro muro di un’abitazione.

A quel punto, è fuggito nella boscaglia nel tentativo di fuggire ai militari che, grazie ai rinforzi nel frattempo sopraggiunti da Cuvio e Luino, hanno accerchiato il perimetro e lo hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e per ricettazione di autoveicolo rubato e tradotto al carcere Miogni di Varese.

Ieri, nel corso dell’udienza di convalida, il GIP del tribunale di Varese ha applicato nei suoi confronti l’obbligo di dimora nel comune di residenza con permanenza in casa negli orari notturni.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Lorenzo Ferrari
    Scritto da Lorenzo Ferrari

    a casa di notte , di giorno può andare dove vuole =?

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.