Da domenica il supertunnel del Ceneri accorcia le distanze, con nuovi treni in Ticino

Il 13 dicembre entra in vigore il nuovo orario Ffs e Tilo, con nuove linee e tempi di percorrenza più brevi tra Sopraceneri e Sottoceneri

tilo treni

Entra in servizio il tunnel del Monte Ceneri e da domenica si accorciano le distanze tra le due metà del Ticino – Sopraceneri e Sottoceneri – ma anche tra Milano, Berna e Zurigo.
È un passo avanti significativo, quello di domenica 13 dicembre, con l’entrata in vigore del nuovo orario, nuovi servizi e risparmio di tempo di percorrenza.

Il tunnel del Ceneri – lungo 15,4 km – completerà il sistema di collegamenti veloci passeggeri già avviati grazie alla apertura della più lunga galleria di base del Gottardo (57 km): si potrà andare da Milano a Zurigo in 3 ore e 17′ (da Varese in 2.40 ore: 40 minuti da Varese a Lugano, grazie alla nuova ferrovia, e in un’ora e 53 minuti da Lugano a Zurigo). L’aumento della domanda previsto ha spinto le Ferrovie Svizzere a programmare un aumento del numero di treni passeggeri.

Ma l’aspetto più rivoluzionario è l’abbattimento di quel confine naturale che divide Lugano da Bellinzona e che storicamente ha definito due metà del Canton Ticino, quella a Nord e quella a Sud del Monte Ceneri. «Gli abitanti del Ticino saranno più che mai uniti, come un’unica città» è stato detto a settembre, al completamento del cantiere: Locarno, Lugano, Chiasso, Mendrisio e Bellinzona saranno più vicine.

Alp Transit Ceneri

Per alcune linee si tratta di un risparmio di 15 minuti sul tempo di percorrenza, ma altre relazioni sono inedite: così ad esempio nasce la linea Re80 Lugano-Locarno, con alcune corse prolungate su Mendrisio e Chiasso.

La linea S50 sulla tratta Varese-Malpensa circola attualmente solo ogni due ore anziché ogni ora, almeno fino al 10 gennaio 2021.

Qui lo schema completo di tutte le linee TiLo

13 dicembre 2020: i maggiori cambiamenti nell’orario Ffs e Tilo

Viene introdotto il nuovo servizio RE80 che collegherà ogni ora direttamente Locarno a Lugano attraverso la galleria di base del Ceneri in soli 30 minuti.

I collegamenti RE10 circoleranno, fra Lugano e Bellinzona, via galleria di base del Ceneri. Per proseguire verso Biasca, Airolo e la Svizzera interna si potranno utilizzare le coincidenze con i nuovi collegamenti di Südostbahn (SOB) a Bellinzona. I collegamenti RE10 fermeranno anche a Lugano-Paradiso.
I collegamenti S10 circoleranno secondo l’orario già in vigore. Nelle ore di punta alcuni collegamenti utilizzeranno la galleria di base del Ceneri.
I collegamenti S20 serviranno Biasca ogni 30 minuti, invece che ogni ora.
5 aprile 2021: I maggiori cambiamenti a colpo d’occhio.

Viene introdotta definitivamente la nuova linea RE80, con collegamenti veloci Locarno–Lugano–Chiasso ogni 30 minuti, con un prolungamento ogni ora da/per Milano Centrale.
La linea RE10 viene sostituita dalla nuova linea RE80 e dalla linea S10 tra Bellinzona e Lugano.
I collegamenti S10 circoleranno via la galleria di base del Ceneri, accorciando il tempo di viaggio di circa 15 minuti e avranno come nuovo capolinea nord Biasca.
Viene introdotta la nuova linea S90 che circola sulla tratta di montagna del Monte Ceneri. I collegamenti circolano ogni 30 minuti tra Lugano e Giubiasco, con un prolungamento ogni ora da/per Mendrisio, con fermate in tutte le stazioni.
La linea S20 avrà come nuovo capolinea nord Castione-Arbedo.
I servizi delle linee S30, S40 e S50 sono confermati con alcuni piccoli adattamenti. I collegamenti S50 da/per Bellinzona circoleranno via galleria di base del Ceneri, accorciando il tempo di viaggio di circa 15 minuti.

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 11 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.