La recita di Natale diventa uno show in diretta streaming alle Montessori

Oltre 500 genitori hanno potuto seguire lo spettacolo di Natale dei propri figli che frequentano l'istituto comprensivo di Acof. Un piccolo miracolo grazie alla collaborazione di papà e mamme esperti

istituto montessori castellanza festa natale 2020

L’Istituto Comprensivo Paritario Maria Montessori di Castellanza non rinuncia al suo tradizionale spettacolo, bloccato dalle restrizioni Covid, e grazie all’esperienza di alcuni genitori nell’ambito del video-marketing, il 22 dicembre a partire dalle ore 11 ha trasmesso il canto dei suoi bambini in diretta su YouTube per la felicità di genitori e nonni.

Galleria fotografica

La festa di Natale diventa uno show su Youtube all'istituto Montessori di Castellanza 4 di 5

Lo spettacolo di Natale fa parte ormai da molto tempo della tradizione della scuola primaria Montessori di Castellanza. All’inizio dell’autunno, il maestro Emilio Bonvini, attuale vicario dell’istituto, ha assegnato a tutte le sezioni, divise per anno, una serie di canti e di balletti supportati da un’attenta coreografia. Tema di quest’anno: affrontare e sconfiggere le paure come i Supereroi.

«Alla scuola Maria Montessori di Castellanza – afferma la preside Viviana Colombo -, la musica è una materia che ha pari dignità rispetto all’italiano e alla matematica». Un rito supportato dai genitori che di norma aiutano la scuola nella preparazione dei costumi di scena che servono per lo spettacolo finale dell’ultimo giorno di scuola prima del Natale. Ma quest’anno, le restrizioni dovute al Covid sembravano avergli dichiarato guerra. E allora di necessità virtù.

«L’importante», ha dichiarato Cinzia Ghisellini, direttrice dell’Istituto ACOF a cui la Scuola Montessori di Castellanza appartiene, «è tutelare la salute di ciascun alunno. La prova generale e le riprese della live sono state effettuate nel grande atrio delle scuole medie».

«Anche se non eravamo certi che quest’anno si sarebbe potuto organizzare il nostro tradizionale spettacolo di Natale», afferma il Maestro Emilio, «abbiamo comunque lavorato sodo applicando nel dettaglio tutti i regolamenti per permettere ai bambini di cantare in totale sicurezza. Abbiamo cantato e ballato nei locali più grandi della scuola, in modo da garantire una distanza di due metri tra i bambini. Ma se da una parte le lezioni di musica erano salve, dall’altro, l’organizzazione dello spettacolo, come chiusura della prima parte della didattica, è sempre stata a rischio. La direzione e ACOF, però, non hanno mai smesso di cercare una soluzione per rispettare le regole e realizzare lo spettacolo».

Le diverse piattaforme streaming utilizzate in questo periodo per la didattica a distanza, come Zoom, non possono supportare la connessione in contemporanea dei 500 parenti tra genitori, zii e nonni. La qualità sonora è molto bassa. La stabilità della connessione è pellegrina. La soluzione, infine, è arrivata da una coppia di genitori: Manabe Repici e Lorella Orlando. Attraverso la loro agenzia di comunicazione e video marketing, Carismatika, organizzano eventi digitali, conferenze in streaming e progetti di video-marketing. A titolo completamente gratuito, hanno confezionato per la scuola –ma soprattutto per i tutti i bambini– un evento chiavi in mano. Hanno coinvolto un service per la registrazione professionale dell’audio. Hanno creato il canale YouTube dedicato, che ha garantito la diretta per un numero illimitato di persone. Hanno anche dato ai genitori il link per scaricare gratuitamente il file dello spettacolo. Così, martedì 22 dicembre 2020 alle ore 11 in punto ha avuto inizio lo spettacolo live delle elementari di Via Damiano Chiesa 2 a Castellanza. E come un vero programma televisivo, nel cambio tra una classe e l’altra, in totale 10, un inviato speciale –un alunno delle scuole Medie Montessori– ha guidato tutti i follower sulla piattaforma Kahoot.it per rispondere al quiz appositamente realizzato per questa occasione.

«La realizzazione dello spettacolo di Natale», ha affermato Mauro Ghisellini, direttore degli Istituti ACOF «è il simbolo della passione e della volontà dei nostri insegnanti di riportare nelle classi una ritrovata normalità; inoltre, è la prova che la sinergia tra scuola e famiglie porta sempre a grandi risultati».

Istituto Comprensivo Paritario Maria Montessori
L’Istituto comprensivo Paritario “Maria Montessori” di Castellanza è articolato in quattro sezioni: Asilo nido, che accogli piccoli dai 18 mesi ai 3 anni; Casa dei bambini, termine che nel linguaggio montessoriano indica la scuola per l’infanzia; la Scuola primaria; la Scuola Secondaria di primo grado. Cardine del progetto formativo dell’istituto è il metodo Montessori, caratterizzato da una diversa funzione dell’insegnante, che non occupa un ruolo centrale nella classe, ma propone un percorso individualizzato a ciascun ragazzo, rispettandone i ritmi di apprendimento. La struttura educativa paritaria, presente sul territorio dal 1963, è stata affidata ad Acof dall’Opera Nazionale Montessori (Onm).

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La festa di Natale diventa uno show su Youtube all'istituto Montessori di Castellanza 4 di 5

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.