Librandi dopo ‘La zanzara’: “Era una provocazione, ma sono orgoglioso di sentirmi chiamare africano bianco”

Il commento del deputato di Italia Viva dopo la sua partecipazione alla nota trasmissione radiofonica

gianfranco librandi

«Per alcuni giornali italiani non fanno notizia quelli che per mesi hanno accusato gli africani di portare il Covid in Italia, ma chi li difende sostenendo il contrario. Partecipando a una trasmissione dai toni provocatori come “La Zanzara”, ho usato espressioni provocatorie per sottolineare che gli immigrati africani non sono stati in alcun modo veicolo di contagio; contemporaneamente, da figlio di meridionale orgoglioso di esserlo, ho ribadito un concetto che persino alcuni studi hanno evidenziato e cioè che le caratteristiche di una popolazione incidono sulla diffusione e sull’aggressività del virus». Lo dichiara il deputato saronnese di Italia Viva Gianfranco Librandi al centro di un’ondata mediatica dopo la sua partecipazione alla nota trasmissione radiofonica “La Zanzara”.

«Ci sono numerosi studi scientifici che lo asseriscono – ha proseguito il deputato. Niente di più, niente di meno. Io mi sento orgoglioso di sentirmi chiamare “africano bianco” dai tanti amici africani che incontro e con cui dialogo di lavoro, di vita e di prospettive. I popoli africani sono espressione di talento, forza fisica, creatività: chi mai può sentirsi offeso dall’essere definito africano?». Lo dichiara il deputato saronnese di Italia Viva Gianfranco Librandi al centro di un’ondata mediatica dopo la sua partecipazione alla nota trasmissione radiofonica “La Zanzara”.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.