Miele, Ogliari e Spataro, tutti promossi all’esame mondiale di Monza

I tre varesini si piazzano nella top 25 della gara brianzola, valida anche per il campionato iridato vinto di nuovo da Ogier. Tra gli italiani, solo Perico ha fatto meglio

rally monza mauro miele

È stata una esperienza speciale quella dei piloti “locali” che hanno preso parte al Rally Monza andato in scena tra mercoledì 3 e domenica 6 dicembre, con centro nevralgico nell’autodromo nazionale e diverse “escursioni” nella Bergamasca dove erano disegnate una serie di prove speciali.

Galleria fotografica

Jack Ogliari all\'Aci Monza Rally 4 di 7

La gara era eccezionalmente valida per il Mondiale WRC e ha avuto un epilogo notevole, anche se non certo nuovo: a vincere rally e titolo è stato infatti Sebastien Ogier, il 37enne francese che con quello 2020 porta a sette i propri trionfi iridati, avvicinando ancor di più il connazionale Loeb (9 vittorie). Ogier ha portato al trionfo la Toyota Yaris Wrc del team ufficiale scavalcando in classifica il compagno di squadra Elfyn Evans. Sul podio del “Monza” sono saliti anche Ott Tanak e Dani Sordo con due Hyundai i20 Wrc.

Ma al di là del rally dei “grandi”, il Monza ha riservato diverse soddisfazioni anche ai portacolori del Varesotto, costretti a gareggiare – come tutti gli altri equipaggi iscritti – in condizioni davvero difficili per via del maltempo e soprattutto della neve che è caduta venerdì complicando la vita a piloti, navigatori ma anche a tecnici e meccanici. La nostra provincia ha comunque calato un bel tris sull’ordine di arrivo monzese: Mauro Miele, Giacomo Ogliari e Andrea Spataro si sono classificati praticamente uno dietro l’altro chiudendo nella Top 25 finale.

Miele e Ogliari, i due superveterani del motorismo di casa nostra, hanno ottenuto la 22a e la 23a posizione: il primo sulla Skoda Fabia R5 navigata da Luca Beltrame (foto in alto / DreamOne Racing), il secondo sulla Citroen C3 R5 insieme a Giacomo Ciucci. E Spataro, che dal Luinese si è trasferito in val d’Intelvi, è stato 25° su un’altra Fabia R5 in compagnia di Lele Falzone. Piazzamenti di rilievo – il miglior italiano è stato Perico, 19°: Mauro, Jack e Andrea lo hanno seguito a ruota – e soprattutto un’esperienza appagante in una gara di questo livello. Un altro equipaggio targato Varese, quello di Riccardo Pederzani e Giulia Paganoni, è invece salito sul podio (secondi) della prova valida al CIR Junior, per il quale contava solo la prima parte del Monza. Ogliari, tra l’altro, era iscritto anche al WRC3 (una sorta di “terza serie” mondiale) e con il nono posto in quella graduatoria ha incassato anche due punti iridati: un esperimento che potrebbe proseguire anche nel 2021.

L’Aci Rally Monza non ha comunque concluso una stagione italiana resa particolare dal Covid-19: nel prossimo fine settimana ci sarà infatti il Valli Ossolane, altro appuntamento tradizionale per team ed equipaggi del Nord-Ovest: ve lo presenteremo nei prossimi giorni quando sarà ufficializzata la lista dei partecipanti.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 07 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Jack Ogliari all\'Aci Monza Rally 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.