A Varese si scioglie la neve ma non le polemiche

Dopo la presa di posizione di Forza Italia, i consiglieri di maggioranza reagiscono attaccando, coinvolgendo Prefetto e comandante dei vigili del Fuoco

Le strade di Varese - neve del primo febbraio

A Varese si scioglie la neve ma non le polemiche: è di queste ore un duro botta e risposta tra Forza Italia e le forze di maggioranza.

A innescare le polemiche sulla gestione della neve ha cominciato infatti, a nevicata ancora ampiamente in corso, Forza Italia:  «La nevicata, pur se ampiamente prevista da giorni, ha purtroppo colto impreparata l’Amministrazione comunale di Varese» aveva spiegato la nota firmata venerdì dai tre consiglieri comunali Simone Longhini, Domenico Esposito e Piero Galparoli e dal commissario cittadino Domenico Battaglia, che hanno promesso inoltre di«Far avere alla Giunta Galimberti materiale fotografico e video che testimonia i problemi che oggi hanno avuto i varesini nel recarsi al lavoro, a scuola a prendere i figli o a muoversi per  motivi di salute o necessità e chiediamo che il sindaco o l’Assessore alla viabilità vengano in consiglio comunale quanto prima a riferire cosa non ha funzionato».

La risposta è arrivata, letteralmente, a stretto giro di posta: con una lettera inviata al sindaco dai  capigruppo in Consiglio Comunale a Varese della maggioranza – Maria Paola Cocchiere per la lista Galimberti,  Luca Conte del Partito Democratico, Enzo Laforgia di Progetto Concittadino e Giuseppe Pullara di Italia Viva –  che, se da una parte ringrazia il sindaco della gestione neve nella giornata di venerdì 4, dall’altra stigmatizza le lamentele di Forza Italia, soprattutto se in arrivo da Simone Longhini, rappresentante della maggioranza di Governo in consiglio Provinciale e quindi responsabile dei disservizi fuori Varese, e Domenico Battaglia, che nel comunicato parlava come commissario del partito a Varese ma è un rappresentante dei Vigili del Fuoco, cioè di una delle forze in quel momento più impegnate nell’emergenza. «Sorprende e indigna la vergognosa presa di posizione di Forza Italia in città – spiegano- Una posizione inopportuna e sulla quale chiediamo l’attenzione del sindaco per due gravi aspetti. Il comunicato in questione è infatti firmato, fra gli altri, da Simone Longhini e Domenico Battaglia. Il primo ricopre oggi un incarico in seno alla Provincia di Varese, competente sul sistema viabilistico provinciale, il secondo è oggi dirigente dei Vigili del fuoco di Varese».

A questo punto, i consiglieri passano al contrattacco chiedendo al sindaco: «La invitiamo ad esprimere e trasmettere la nostra indignazione al Presidente Antonelli. Non abbiamo attaccato a mezzo stampa la Provincia, la struttura, i vertici politici e auspichiamo che Longhini venga censurato per non aver avuto la nostra medesima attenzione nei confronti delle istituzioni in un momento di generalizzata emergenzaAncor più grave, come anticipato poc’anzi, è a nostro avviso il fatto che alla polemica abbia preso parte l’ingegner Domenico Battaglia, oggi dirigente del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Varese. Siamo infatti certi che i Vigili del Fuoco abbiano lavorato incessantemente e alacremente per tutte le ore dell’emergenza meteo a fianco delle Forze dell’ordine e delle istituzioni, Comune di Varese incluso. Appare quindi palese una inopportunità su vari livelli di tale presa di posizione».

A questo punto, da parte dei consiglieri è partita la richiesta ufficiale: «Fermo quanto sopra, La invitiamo pertanto a sensibilizzare il Ministero dell’Interno, il Prefetto ed il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco ad assumere ogni utile iniziativa per prevenire strumentalizzazioni e fraintendimenti che rischiano solo di destabilizzare le istituzioni».

Stefania Radman
stefania.radman@varesenews.it

Il web è meraviglioso finchè menti appassionate lo aggiornano di contenuti interessanti, piacevoli, utili. Io, con i miei colleghi di VareseNews, ci provo ogni giorno. Ci sosterrai? 

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 07 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da bruno

    Una sola e semplice annotazione : esattamente come i loro referenti nazionali ( Conte, PD, etc …) scaricano le loro colpe sugli altri ,solo per mantenersi il “cadreghino “……e non parlare delle loro assolute incapacità.

    1. Scritto da Giovy Milano

      La cosa che sconcerta è sempre la stessa, amministrazione dopo amministrazione: pensano di poter trattare i cittadini come dei cerebrolesi esposti alla becera propaganda infantile. Non si trova un solo politico che che si senta , e lo dimostri, solamente un rappresentante eletto da una comunità, svincolato da interessi di bottega o tristemente personali. Se a tutto questo, come dice Bruno, si aggiunge che sembrano scelti da un concorso tra i più incapaci , abbiamo poco da stare allegri .

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.