Oltre 100 mila euro del Parco Pineta a bilancio per salvare il rospo insubrico

Il progetto Life Insubricus è la voce più consistente del bilancio di previsione 2021-2023 dell'ente che gestisce il parco Pineta ma anche altri Plis della zona

pelobates fuscus insubricus parco pineta

Investimenti per oltre mezzo milione di euro in previsione per il prossimo anno. Nei giorni scorsi è stato approvato il Bilancio di Previsione 2021-2023 del Parco Pineta di Appiano Gentile e Tradate. Un documento che contiene, oltre alle poste riferite al Parco Pineta, le risorse per la gestione dei PLIS Bosco del Rugareto, Medio Olona, Valle del Lanza e Rile Tenore Olona, nonché dei monumenti naturali Gonfolite e Forre dell’Olona e Sistema Naturalistico delle Cave di Molera a Malnate e Cagno, che il Parco gestisce a seguito del riordino delle aree protette lombarde iniziato nel 2019. Risorse, queste, provenienti dai Comuni interessati dai PLIS e da Regione Lombardia.

Per quanto riguarda le entrate correnti del prossimo anno, queste ammontano a 776.140 euro, circa 15mila euro in più rispetto l’ultimo esercizio, composte per 111.800 euro da entrate destinate a finanziare la gestione dei PLIS e dei monumenti naturali, per 639.140 euro da trasferimenti da enti locali e da entrate proprie finalizzate a finanziare il funzionamento dell’ente e per i restanti 25.200 euro da contributi per il finanziamento delle spese correnti del progetto Life Insubricus.

Le spese iscritte a bilancio nel 2021 nella parte di capitale, pari a 510.606,15 euro, sono interamente finanziate dalle relative entrate di capitale. Del totale 101.840 euro sono destinati al progetto Life Insubricus per la tutela della specie protetta “Pelobates Fuscus Insubricus”, 12.720 euro provenienti da fondazione Cariplo finanzieranno il progetto APE-RTO nel Parco Sovracomunale Rile Tenore Olona, 247.846,15 euro provenienti da Regione tramite un Programma di Sviluppo Rurale, sono stanziati a copertura delle spese di manutenzione e riqualificazione del territorio, mentre 100.000 euro sono destinati all’attuazione di interventi su bandi nell’ambito del progetto Life Gestire 2020. I restanti 16.500 euro sono destinati all’acquisto di attrezzature per i volontari dell’ente.

Per tutto il prossimo triennio si ipotizza il mantenimento delle scelte gestionali dell’Ente, con 44.053,49 euro iscritti a bilancio per attrezzature per i volontari e interventi dei PLIS, provenienti da contributi regionali per la manutezione straordinaria del territorio. Nel 2023 si prevedono inoltre 101.840 euro di contributi erogati dal Parco Del Ticino quale ente capofila nel progetto Life Insubricus.

Si evidenzia infine che, ad oggi, non si prevede il ricorso ad alcuna forma di indebitamento per gli investimenti dei prossimi anni.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.