Orgoglio Varese diventa più grande e torna a sostenere lo sport della provincia

Il gruppo di imprese nato per iniziativa di Rosario Rasizza passa da 8 a 18 soci. Oltre a Pallacanestro Varese, cui va il contributo maggiore, arrivano fondi a quattro piccoli club che operano sul territorio

orgoglio varese 2020 sport

«Abbiamo provato a fare uno sforzo, a dire “Immaginiamo che nel mondo non ci sia il Covid”, e in questo modo siamo riusciti a far passare il messaggio che contribuire allo sport della nostra provincia era importante anche in un momento del genere. Così, da otto aziende, siamo diventati 18 soci e oggi possiamo “offrire” a diverse realtà del Varesotto 130mila euro che si aggiungono a quelli della prima fase del settembre 2019».

Rosario Rasizza spiega in questo modo il nuovo impegno di “Orgoglio Varese”, il gruppo di aziende (nato proprio su iniziativa dell’amministratore delegato di Openjobmetis) che si è formato proprio con lo scopo di dare un sostegno economico ai club attivi in provincia, guardando sia allo sport professionistico – in particolare con Pallacanestro Varese – sia a quello dilettantistico, amatoriale e paralimpico.

Rasizza, quando cita il Covid-19, non lo fa a vanvera perché nel corso della cosiddetta prima ondata della malattia è stato a sua volta ricoverato all’ospedale di Circolo. Tuttora uno degli associati di Orgoglio Varese si trova “ospite” in quelle camere (per fortuna in miglioramento), e così il network di aziende per questa “tranche” di aiuti ha effettuato anche una donazione in ambito medicale, contribuendo in modo pesante all’acquisto di un ecografo di ultima generazione che sarà utilizzato anche oltre alla malattia causata dal coronavirus.

LE AZIENDE ADERENTI

Prima di entrare nei dettagli delle donazioni, è bene sottolineare di nuovo che Orgoglio Varese si è ingrandita: agli otto marchi “originali” (con Openjobmetis anche Azimut, Deine Group, Depot, FastEra, Fratelli Badi, Maghetti, Ulturale) si sono aggiunte dieci nuove imprese. Si tratta – in ordine alfabetico – di Adattivo di Varese (web agency), A-Services di Somma Lombardo (lavanderia e pulizia), Esse Vacation di Gallarate (tour operator), Olio Carli (che ha un punto vendita a Varese), Leroy Merlin (catena di brico con grande punto commerciale a Solbiate Arno), Masterpack di Monvalle (packaging), Office Serramenti di Legnano (forniture e serramenti per ufficio), Publy Team (comunicazione visiva), Service Key (gestione integrata di servizi) e Sielco di Buguggiate (informatica). I loro profili sono presenti sul nuovo sito di Orgoglio Varese attraverso il quale è possibile anche presentare progetti (da parte di associazioni e società sportive dilettantistiche) per ottenere contributi in futuro.

rosario rasizza marco vittorelli luis scola orgoglio varese openjobmetis basket

IL SUPPORTO ALLA PALLACANESTRO VARESE

Come spiegato, Pallacanestro Varese resta il principale destinatario dei fondi raccolti da Orgoglio Varese (che vanno al di là della contratto di sponsorizzazione con la singola azienda Openjobmetis): per la seconda volta – la prima avvenne nel settembre 2019 – OV ha consegnato un assegno di 100mila euro alla società biancorossa, anticipando già che un ulteriore versamento (sempre con lo stesso ammontare) arriverà nel febbraio 2021. Boccata d’ossigeno importante per un club che si trova a contrastare avversarie quasi sempre con budget maggiori (talvolta di diversi ordini di grandezza) ma che perpetua l’esperienza in Serie A della Città Giardino. Al contributo “standard”, Orgoglio Varese ha aggiunto l’acquisto di 4mila biglietti della lotteria lanciata dal trust “Il basket siamo noi” (QUI trovate i dettagli): i tagliandi verranno donati agli operatori che a diverso titolo lavorano negli ospedali della provincia in questo momento di forte pressione dovuta al Covid. Il totale di questa donazione ammonta a 10mila euro.

orgoglio varese 2020 sport

LO SPORT MINORE

Sono quattro – come avvenne già nella prima fase – le società dilettantistiche beneficiate dal supporto di Orgoglio Varese, una rappresentanza che copre diverse discipline e diverse zone del territorio. Le partnership prevedono una donazione di 2.500 euro per ciascun club: si tratta della Aurora Golasecca (calcio) che utilizzerà i fondi per l’acquisto di un trattorino con cui viene curato il campo sportivo “Torrani”; della Ju Green Gorla Minore (ciclismo) che ha rinnovato il parco bici da corsa della squadra femminile; della Polisportiva Daverio (basket, pallavolo, ginnastica, tennis e karate) che finanzierà così le proprie attività. Il quarto contributo è particolare non solo perché va al settore paralimpico ma perché un po’ coinvolge anche il nostro giornale: a beneficiare di 2.500 euro sarà la Asd Skorpions Varese, squadra di hockey in carrozzina elettrica (lo sport oggi si chiama powerchair hockey, prima era conosciuto come wheelchair hockey) che aveva lanciato un appello per partecipare a un torneo a Barcellona. Attraverso un articolo di VareseNews, i delegati di Orgoglio Varese avevano conosciuto questa realtà e deciso di sostenerla: sfumato il torneo a causa della pandemia, i soldi sono stati destinati all’acquisto (in Olanda) di una particolare attrezzatura da allenamento.

IL VALORE DEL NETWORK

In diversi passaggi della presentazione della “fase due” di Orgoglio Varese (che si è svolta in videoconferenza nel tardo pomeriggio di mercoledì 9), è stata sottolineata l’importanza di fare rete, fare squadra, concetti molto cari al mondo sportivo. Alberto Castelli, presidente del consorzio proprietario di Pallacanestro Varese (Varese nel Cuore) ha citato una frase di Papa Francesco, «Non ci si salva da soli» per far comprendere l’importanza della collaborazione, specie in questo momento storico.

Ma lo stesso Rasizza ha ricordato come una esperienza quale è Orgoglio Varese possa tornare utile alle aziende coinvolte: all’interno del gruppo, infatti, si sono sviluppate – e si svilupperanno – una serie di sinergie anche economiche, che potranno portare benefici a tutti i partecipanti. Sperando che tutto ciò possa concretizzarsi anche dal vivo, magari nei primi mesi del 2021, con un evento in presenza (Andrea Conti, gm della Pallacanestro, ha già offerto il palazzetto come sede) che possa sostituire gli impegni a distanza e riportare vicine le persone.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 09 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.