Openjobmetis, via alle visite di idoneità. Mercato: interessa il pivot Egbunu

Due atleti hanno svolto parte delle visite in programma, il terzo effettuerà tutto nella giornata di venerdì. Il verdetto arriverà in extremis: Varese rischia di scendere in campo domenica con la Fortitudo

basket pallacanestro openjobmetis varese

Si sta facendo via via più concreta la possibilità che domenica la Openjobmetis debba scendere in campo (a ranghi estremamente ridotti) contro la Lavoropiù Fortitudo nella seconda giornata di ritorno del campionato di Serie A di pallacanestro.

Come abbiamo spiegato ieri, quando una squadra è colpita dal Covid-19 (cosa che è avvenuta in modo massivo all’interno del gruppo biancorosso) il numero minimo di giocatori considerato necessario per scendere in campo è di sei tra quelli con contratto professionistico: sono quindi esclusi dal conto i giovani del vivaio). Il quorum non è ancora stato raggiunto, ma intanto oggi – giovedì 21 – sono iniziate le visite per restituire l’idoneità agonistica ai tre atleti che da ieri risultano negativi al tampone.

Due di loro (la società mantiene il riserbo sui nomi) hanno effettuato oggi una prima parte di visita (compresi i prelievi del sangue) e venerdì dovranno sostenere il cosiddetto “ecocardio”, ovvero l’ecocolordoppler cardiaco. Il terzo giocatore invece sarà chiamato a effettuare la visita completa nella giornata di venerdì. Nel novero degli appuntamenti di domani – spiegano fonti della società – ci sarà anche la visita obbligatoria da parte di un infettivologo.

Se tutto filasse liscio, i tre uomini in questione potrebbero ottenere il via libera per allenarsi e giocare, ma a questo punto il verdetto potrebbe arrivare solo venerdì sera o sabato mattina, lasciando solo un minimissimo spazio per preparare sul campo la partita con la Fortitudo (domenica all’Enerxenia Arena, contesa iniziale alle ore 16). Ai tre infatti vanno aggiunti De Vico, Ruzzier e Scola con i primi due che sono gli unici a non aver mai interrotto l’attività fisica (erano già stati colpiti dal virus mesi fa) e con il terzo che è divenuto negativo prima degli altri e ha già sostenuto gli esami di rito.

Lo scenario che si profila, quindi, è quello di una Openjobmetis costretta dai regolamenti a giocare comunque una partita delicatissima sul piano della lotta salvezza. All’andata Varese espugnò il campo di Bologna e quel successo, se fosse bissato, darebbe ai biancorossi un “doppio vantaggio” importante nel caso di un arrivo alla pari a fine stagione. Bulleri – che non risulta tra i contagiati e sarà regolarmente in panchina – corre il rischio di avere solo sei uomini a disposizione, quasi tutti in pessime condizioni fisiche e senza una preparazione “pratica” del match; la rosa sarebbe completata dai ragazzi delle giovanili come Viriginio, Van Velsen e Librizzi per i quali potrebbe aprirsi la possibilità di un esordio. Certo, in una partita che rischia di essere irreale.

john egbunu basket
J0hn Egbunu (foto: Afrobasket)

MERCATO: INTERESSA JOHN EGBUNU

La situazione sanitaria non ha nel frattempo fermato la ricerca di un giocatore da aggiungere alla rosa. La Openjobmetis è in trattativa con un giocatore nigeriano cresciuto negli USA, John Egbunu, centro di 26 anni che ha disputato la NCAA con i Florida Gators. A livello senior Egbunu – che è alto 2,08 – ha un’esperienza limitata ai Long Island Nets (la formazione si sviluppo collegata alla franchigia NBA di Brooklin) e al campionato sudcoreano con i Busan Sonicboom. Fonti societarie confermano l’interesse per il giocatore.

Openjobmetis, cala il numero dei contagiati ma sei giocatori sono negativi

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 21 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.