Suicidio di Origgio, la Procura: “Disposti accertamenti. Per ora nessun coinvolgimento di terzi”

Il Procuratore Capo di Busto Arsizio, Giuseppe D'Amico, risponde ai diversi articoli di giornale che hanno trattato il caso del 28enne trovato senza vita in un capannone, dopo un inseguimento da parte dei Carabinieri

rotonda tribunale busto arsizio

Dopo i vari articoli pubblicati da testate cartacee e on line sul caso del suicidio di Simone Mattarelli, il 28enne di Desio trovato morto in un capannone di Origgio dopo un inseguimento lo scorso 3 gennaio, la Procura della Repubblica di Busto Arsizio – con una nota firmata dal Procuratore Capo Giuseppe D’Amico – specifica che è stato aperto un fascicolo a carico di ignoti e che sono stati disposti tutti gli accertamenti del caso, a partire da quello autoptico, per ricostruire la vicenda e le cause della morte del giovane. «Allo stato non vi sono elementi che consentano di ipotizzare il coinvolgimento di terzi nel decesso del ragazzo rinvenuto cadavere» – conclude il Procuratore.

Non si ferma al posto di blocco, inseguito dai carabinieri si suicida in un capannone ad Origgio

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 13 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.