Un riparo per chi è in coda fuori dall’Ufficio immigrazione della Questura a Varese

È stata realizzata grazie al finanziamento di 6000 euro della Fondazione comunitaria del Varesotto la tettoia per dare riparo a quanti attendono di accedere agli uffici

tettoia ufficio immigrazione

Una tettoia per ripararsi mentre si attende in coda. È quanto la Questura di Varese ha realizzato fuori dall’Ufficio immigrazioni: « Appena sono arrivato – ha spiegato il questore Giovanni Pepè – mi sono mosso per poter attrezzare adeguatamente questa parte. Poi qualche lentezza e intoppo ci ha condotti fino a oggi. Circa 4 anni ma ne è valsa la pena».

A pagare la tettoia è la Fondazione comunitaria del Varesotto con 6000 euro di finanziamento.
All’inaugurazione ufficiale era presente anche il Presidente della Fondazione Maurizio Ampollini.

La media di persone che attendono di essere ricevuti per presentare domanda o ritirare il permesso è di circa 70 con punte di 100 quando devono solo ritirare: « Nonostante vengano dati gli orari e gli appuntamenti – specifica il Questore – le persone vengono tutte insieme, soprattutto se devono ritirare. Ora anche questo servizio può dare un’accoglienza più dignitosa».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.