Contenzioso sui derivati, ecco perchè il Comune di Busto Arsizio spende così tanto in avvocati

Nell'ultimo consiglio comunale è stata votata una variazione di bilancio per le spese legali relative ad una causa davanti alla Corte di Londra sui contratti per l'acquisto di derivati nei primi anni 2000

giustizia giudice

Nel corso dell’ultimo consiglio comunale è stata approvata una variazione di bilancio molto sostanziosa per fare fronte alle spese legali di una causa intentata da Deutschew Bank nei confronti del Comune di Busto Arsizio per alcuni contratti finanziari sui derivati firmati con la banca tedesca dall’amministrazione comunale nel 2004  e nel 2007. La cifra richiesta dallo studio individuato dall’ufficio legale del Comune è di oltre 1,2 milioni di euro per una causa del valore di circa 17 milioni di euro.

Di questa causa non si sa molto se non che c’è una montagna di soldi che l’istituto bancario chiede di versare al Comune di Busto Arsizio. L’investimento, infatti, aveva dato buoni risultati nei primi anni ma da circa 6 anni causa perdite importanti che potrebbero arrivare a 17 milioni di euro. Il sindaco e l’intera giunta hanno deciso di far calare il silenzio sui particolari della vicenda giudiziaria perchè “il nemico ci ascolta” ed è quindi importante mantenere la clausola di segretezza.

Nell’ultimo consiglio comunale, infatti, non si è discussa la mozione presentata dal Pd sul tema, rimnandandola ad una seduta a porte chiuse dell’apposita commissione.

Come funziona il sistema in Inghilterra

Le parcelle in Inghilterra sono particolarmente costose perchè sono rapportate al costo orario. Londra, in particolare, ospita studi legali che applicano tariffe piuttosto alte che arrivano a 750 sterline l’ora, con un picco per i grandi studi situati nel centro città.

In merito alle spese legali si deve anche sottolineare che in Inghilterra l’avvocato (solicitor) che cura i rapporti con il cliente normalmente non è quello che si presenta poi in tribunale (barrister): quest’ultimo risiede in apposite chambers a cui si rivolgono i solicitors per conferire l’incarico di trattare la causa dinnanzi ai giudici. Per questo motivo affrontare una causa in Inghilterra avrà un costo elevato (fonte https://www.mglobale.it/contrattualistica/tutte-le-news/costi-contenzioso-internazionale.kl).

Lo studio legale  Vega Law, scelto da Busto Arsizio, non è certamente una corazzata (qualcuno ha fatto notare anche le recensioni poco lusinghiere su Google che però non possono costituire un parametro obiettivo, ndr) e tra i più conosciuti in Italia per operare nella capitale del Regno Unito (ci sono studi italiani che chiedono anche il triplo) ma tra quelli valutati dall’ufficio legale del Comune è apparso come il migliore per rapporto qualità/prezzo.

Orlando Mastrillo
orlando.mastrillo@varesenews.it

Un cittadino bene informato vive meglio nella propria comunità. La buona informazione ha un valore. Se pensi che VareseNews faccia una buona informazione, sostienici!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.