Draghi risponde all’appello di Mattarella: “Vincere la pandemia e rilanciare il paese”

Draghi: "Ora con grande rispetto mi rivolgerò al Parlamento espressione della volontà popolare. Sono fiducioso che dal confronto con i partito e dal dialogo con le forze sociali emerga unità "

Al termine del colloquio con il Presidente della repubblica Sergio Mattarella l’ex Presidente della BCE Mario Draghi ha accettato con riserva l’incarico per la formazione di un nuovo Governo.

«Ringrazio il Presidente della Repubblica per la fiducia che mi ha voluto accordare – ha detto Draghi uscendo dal colloquio con il presidente -. Il presidente ha ricordato la drammatica crisi sanitaria con i suoi gravi effetti sulla vita delle persone, l’economia e la società e che la crisi d’emergenza richiede risposte all’altezza della situazione, per questo rispondo positivamente all’appello del Presidente».

Draghi ha elencato anche una serie di obiettivi che attendo il Paese: «Vincere la pandemia rilanciare la campagna vaccinale, rilanciare il paese sono le sfide che ci attendono. Per questo abbiamo anche le risorse dell’Unione Europea. Ora con grande rispetto mi rivolgerò al Parlamento espressione della volontà popolare. Sono fiducioso che dal confronto con i partito e dal dialogo con le forze sociali emerga unità e con essa la possibilità di dare risposta all’appello del presidente della repubblica. Scioglierò la riserva al termine delle consultazioni».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 03 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Video

Draghi risponde all’appello di Mattarella: “Vincere la pandemia e rilanciare il paese” 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lenny54

    Di sicuro non avrei competenze e capacita’, ma anche se pagato profumatamente non prenderei il posto di Draghi. Dover aver a che fare con due Matteo mi verrebbe male anche solo a pensarci…

  2. Scritto da gokusayan

    Draghi??? Ma ci rendiamo conto che ha 73 anni? Ma non dovrebbe essere in pensione da anni? Mah… questo a lungo andare farà peggio di Monti….

    1. Scritto da Felice

      Lo so che è controproducente dirlo ma all’Italia non servono i Salvini o i Di Maio dalle facili promesse elettorali, dalla pensione anticipata per tutti, dai sussidi a pioggia. Serve gente come Draghi che sicuramente sarà più propensa ad effettuare riforme e a cambiare questo status quo di immobilità che perdura da 50 anni.
      In ogni caso Draghi non è mai stato per una politica economica di austerity e non sarà nemmeno per una politica di manica larga concedendo lussi che non ci possiamo permettere. Ovviamente sarà impopolare per qualcuno, soprattutto per quella fetta di paese che campa a sovvenzioni. E si ricordi: Monti avrà sbagliato sulla austerity ma è 1000 volte preferibile a questi cazzari moderni che elargiscono favori e soldi senza preoccuparsi delle coperture finanziare. E Monti tra tutti i presidenti del consiglio passati è quello che ha riformato più di tutti (insieme a Bersani).

    2. Scritto da Felice

      Rischiamo di avere il Primo Presidente del Consiglio competente, stimato sul piano internazionale, che ha conoscenza dei meccanismi finanziari moderni, che ha saputo salvare l’Euro grazie ad una accorta politica economica del QE e che non promette supercazzole da campagna elettorale.
      Dal lato opposto non ha account social, non frequenta bar sulle spiagge e prima di questo impiego non faceva l’igienista dentale e non serviva panini allo stadio….ha quasi dell’incredibile visto l’andazzo degli ultimi 30 anni.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.