Le vaccinazioni agli over 80 saranno fatte negli ospedali della provincia

In attesa che il portale per la registrazione sia attivato, Ats Insubria dà indicazioni sulle modalità di registrazione e i punti vaccinali attivi dalla prossima settimana. Unico escluso, l'ospedale di Somma Lombardo

Vaccinazioni anti-covid, in Fiera a Milano cronometrati i tempi di somministrazione

Da lunedì 15 gennaio sarà attivo il portale regionale dove registrarsi per prenotare la vaccinazione anti Covid. La chiamata è per gli anziani ultra ottantenni. Parliamo di circa 47.000 persone nel territorio dell’azienda ospedaliera Sette Laghi e 40.000 in quello della Valle Olona. Sono numeri in eccesso e vanno depurati dagli ospiti delle RSA ormai vaccinati o quasi, ma sono comunque numeri importanti a cui si sommano 10.000 persone allettate che andranno raggiunte nelle proprie abitazioni. Per queste ultime si muoverà il medico curante.

Le convocazioni avverranno a partire dal 18 febbraio prossimo nei punti vaccinali individuati che sono solo gli ospedali del territorio: Varese, Cittiglio, Tradate, Luino e Angera per il bacino della Sette Laghi, Gallarate, Saronno e Busto Arsizio per quello della Valle Olona.

Centralizzare la campagna è importante perché occorre garantire un servizio di presa in carico immediato nel caso di reazioni.

Da lunedì, ci si prenoterà inserendo il proprio nominativo nel portale: occorre avere a disposizione il codice fiscale, la tessera sanitaria e un numero di cellulare.  Sul quel numero arriverà un codice da riportare nel portale che convaliderà la richiesta. Quando partirà la campagna, la convocazione avverrà sul cellulare con l’indicazione del giorno, dell’ora e del luogo dove recarsi. 

L’obiettivo è quello di concludere entro marzo la campagna degli over 80 anche con i richiami, ma molto dipenderà dall’arrivo dei vaccini: la prossima settimana sono attese 18.000 dosi Pfizer nell’intera Lombardia di cui circa 3000 per la provincia di Varese. La settimana successiva dovrebbero giungere 54.000 dosi e poi dalla prima settimana di marzo i rifornimenti sono attesi completi con 100.000 vaccini la prima settimana che saliranno a 138.000 la seconda. Con questa programmazione, la campagna potrebbe slittare ad aprile. 

Alessandra Toni
alessandra.toni@varesenews.it

Sono una redattrice anziana, protagonista della grande crescita di questa testata. La nostra forza sono i lettori a cui chiediamo un patto di alleanza per continuare a crescere insieme.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 11 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carlo196

    Ma a parte gli ultra 80enni, non si era detto che in questa fase sarebbero rientrati anche, indipendentemente dall’età, i soggetti con patologie particolari (cardiopatici, malati oncologici ecc.)? Onestamente non si capisce niente…

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.