Legionella a Fagnano Olona: nessun allarme dalle analisi di Ats ma ci sono regole da seguire

Nei giorni scorsi si è verificato un caso di polmonite causato dal batterio ma dalle analisi eseguite non si riscontrano problemi. Tuttavia il vicesindaco Moltrasi chiede di prestare attenzione

varie

Dopo il caso di legionella verificatosi a Fagnano Olona nei giorni scorsi, il vicesindaco e assessore ai Servizi Sociali del Comune di Fagnano Olona Gabriele Moltrasi comunica alla cittadinanza che «le analisi effettuate da ATS e le competenti autorità sanitarie confermano l’assenza di rischi generalizzati sulla rete idrica del territorio fagnanese». Prosegue Moltrasi: «La scelta operata a fronte delle informazioni preliminari, di non fomentare allarmismi, soprattutto in questa situazione in cui spostamenti inutili e sovraffollamenti degli ospedali vanno assolutamente evitati, si è rivelata corretta».

L’assessore approfitta dell’attuale attenzione dei cittadini su questo tema per trasformarla in un’occasione di formazione ed educazione, ricordando le buone pratiche presentate da ATS Insubria per ridurre al minimo il rischio di diffusione della legionella: «Anzitutto è bene ricordare che il contagio avviene per via respiratoria attraverso inalazione di piccolissime goccioline contaminate (vapore – aerosol) generate ad esempio rubinetti, docce, impianti di condizionamento, umidificatori, vasche per idromassaggio, piscine, bagni turchi, saune, fontane ornamentali e impianti d’irrigazione del giardino. La legionellosi non si contrae bevendo acqua e non si trasmette da persona a persona».

Ecco le principali regole da seguire per la prevenzione delle Legionellosi

– Mantenere la temperatura dell’acqua dell’abitazione inferiore a 20°C (fredda) e superiore a 50°C (calda).
– Fare scorrere l’acqua sia calda che fredda per 5 minuti dai sanitari del bagno (rubinetti, doccia) prima del loro impiego, quando non sono utilizzati per un certo periodo (dopo rientro dalle vacanze, abitazione di villeggiatura, seconda casa, ecc.).
– Mantenere puliti e liberi dal calcare i soffioni delle docce e i filtri rompi getto dei rubinetti, eseguendone la manutenzione almeno 2 o 3 volte l’anno; in particolare, è importante che siano smontati, disincrostate le varie parti con prodotti anticalcare o aceto e poi disinfettate con candeggina.
– Svuotare, disincrostare e disinfettare i serbatoi di accumulo dell’acqua calda (compresi boiler) almeno 1 volta l’anno.
– È buona regola provvedere a una corretta manutenzione periodica (disincrostazione e/o disinfezione) di:
attrezzature per idromassaggio, umidificatori dell’ambiente, condizionatori d’aria (anche dell’auto), fontane decorative, apparecchi per aerosol e inalatori: i componenti che non si possono bollire vanno lasciati in ammollo con acqua fredda e soluzione disinfettante (tipo amuchina) per 90 minuti, risciacquati con acqua fredda e asciugati con un panno in microfibra; la mascherina e i tubicini per l’aerosol nasale sono personali, pertanto non devono essere utilizzati da tutti i componenti della famiglia che utilizzano l’apparecchio.
– Eseguire una corretta gestione delle piscine gonfiabili, molto diffuse nel periodo estivo; in particolare, per il loro utilizzo in sicurezza, è indispensabile impiegare prodotti chimici a base di cloro e alghicidi, oltre a eseguire una pulizia meccanica con retina e spazzola aspiratrice.
– Pulire e igienizzare a fondo le vasche per idromassaggio almeno una volta al mese con prodotti specifici o detergenti per lavastoviglie e candeggina. Non sono da utilizzare i detergenti che solitamente s’impiegano per la pulizia del bagno perché la schiuma prodotta potrebbe entrare all’interno delle bocchette e ostruire i tubi collegati alla pompa. Il circuito interno va pulito ogni 4/5 mesi dal calcare con acqua e candeggina fino a coprire i sensori e far partire il ciclo di bagno per almeno 15 minuti, poi svuotare la vasca e rieseguire l’operazione una seconda volta senza candeggina.
– In caso di nuove costruzioni o ristrutturazioni, evitare la realizzazione di reti idriche con tubature ove l’acqua possa ristagnare facilmente.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.