Melograni nei reparti pediatrici per la giornata mondiale contro il cancro infantile

Iniziative nel day Hospital oncoematologico proposte dalla Fondazione Ascoli e nelle pediatri di Varese, Cittiglio, Tradate e Busto Arsizio da parte della Fondazione Il Ponte del Sorriso. Coinvolti anche gli alunni delle scuole di Gorla Maggiore

asst sette laghi

Tra terapie e visite di controllo, questa mattina i bambini e i ragazzi del Day Center onco-ematologico dell’Ospedale Del Ponte hanno partecipato a un piccolo laboratorio botanico piantumando due alberi di Melograno donati da Nicora Garden in occasione della Giornata mondiale contro il cancro infantile promossa da Oms e “Childhood Cancer International”, rappresentata in Italia dalla Fiagop e cui aderiscono le associazioni dei familiari dei piccoli pazienti oncologici.

Un gioco per bimbi che hanno messo in vaso le piante e allo stesso tempo un gesto simbolico per “Dare radici alla speranza” com’è ormai tradizione ogni 15 di febbraio. Tradizione cui la Fondazione Giacomo Ascoli non ha voluto rinunciare, pur nel rispetto dei limiti necessari al contenimento della pandemia, per testimoniare, anche quest’anno, il valore dell’alleanza terapeutica fra medici, famiglia, pazienti e associazioni di genitori. 

«Negli ultimi vent’anni la lotta alle malattie oncologiche pediatriche ha compiuto passi da gigante ma c’è ancora tanta strada da percorrere, sia dal punto di vista più strettamente clinico, sia per il miglioramento della qualità della vita dei piccoli pazienti e dei loro familiari, durante e dopo le terapie» ha detto Massimo Agosti, direttore del Dipartimento Donna e bambino di Asst Sette Laghi e della Neonatologia e Pediatria.
«La cura dei bambini e degli adolescenti affetti da patologie tumorali comporta in modo imprescindibile la presa in carico di tutte le esigenze dei pazienti e delle loro famiglie – ha aggiunto Maddalena Marinoni, medico responsabile della SSD onco-ematologica pediatrica dell’Ospedale Del PonteIn questi anni il progresso scientifico ci ha permesso di utilizzare farmaci innovativi, ed è sulla ricerca che dobbiamo concentrare le energie per sperare di curare e guarire il cancro».

Su questo si concentra l’insostituibile attività della Fondazione Giacomo Ascoli: oltre a sostenere la ricerca, si occupa di supportare famiglie e bambini con servizi dedicati e la disponibilità di oltre cento volontari che, durante la pandemia, si sono inventati infiniti modi diversi per essere comunque e sempre vicini ai piccoli pazienti. Anche nella giornata di oggi, preparando e donando alla struttura dipartimentale melagrane artigianali con cui i bambini hanno decorato i loro locali del Day Center Giacomo Ascoli e gli alberi appena piantati (sprovvisti di frutti in questa stagione).

«Ci siamo adattati alle regole necessarie al contenimento del virus per celebrare questa giornata e lo faremo anche nel proseguire la raccolta fondi a sostegno dei bambini con malattie oncologiche e delle loro famiglie perché sia garantito loro il massimo benessere e conforto nel difficile percorso di cura», afferma Marco Ascoli, presidente della Fondazione che porta il nome del figlio, Giacomo Ascoli, scomparso dodicenne per un linfoma non Hodking.

Tante le tante iniziative promosse dall’associazione (consultabili a questo link https://donazioni.fondazionegiacomoascoli.it/).

asst sette laghi

La giornata è stata ricordata anche dalla Fondazione Il Ponte del Sorriso nelle pediatrie di Varese, Cittiglio, Tradate e Busto Arsizio. Il Ponte del Sorriso ha fatto rifiorire tanti melograni spogli, donati da Belgo Briko Varese e distribuito, ai bambini e adolescenti ricoverati, succhi di frutta al melograno offerti da Coop Lombardia. Per tutta la settimana nei reparti pediatrici di Varese, Cittiglio e Busto Arsizio e in Neuropsichiatria Infantile, sono stati realizzati, con tanta fantasia, frutti, fiori e foglie che bambini, ragazzi, genitori e personale sanitario hanno poi applicato agli alberi, rendendoli rigogliosi. e, associazioni di genitori, l’unione di tutti contro il cancro infantile.

Iniziativa anche da parte del Comune di Gorla Maggiore : ««In occasione della giornata mondiale sul cancro infantile, gli Assessorati alle Politiche Sociali e alla Cultura in collaborazione con la Scuola Materna organizzano l’iniziativa “Piantiamo un melograno” – spiega l’assessore Antonella Scolfaro – Nella mattinata di lunedì tutti i bambini della nostra scuola materna saranno coinvolti in un’attività ludico educativa a sostegno di un tema così importante e sensibile per la nostra comunità. Per l’occasione verrà anche piantato un melograno, un frutto che con tutti i suoi semi simboleggia l’unione di tutti noi nella lotta contro il cancro».

Un’unione decisiva contro il cancro in età pediatrica che rappresenta la prima causa di mortalità infantile dopo il primo anno di età e che conta ogni anno, solo in Italia, circa 1400 nuove diagnosi tra i bambini e 800 tra gli adolescenti. I tumori pediatrici ematologici più comuni sono le leucemie e, tra queste, la leucemia linfoblastica acuta rappresenta l’80% delle leucemie nei bambini e nei giovani sotto i 15 anni, seguita dai linfomi (dati Ats Insubria). 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 15 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.