“Una vittoria dal grande spessore umano”. Bulleri loda la squadra e torna a sorridere

Il Bullo elogia i suoi: “Partita ribaltata con ardore dopo 40 giorni difficili». Parole amare per l’ex Vitucci: “Decisivo il fallo fischiato a Perkins”. De Vico: “Le rotazioni ci hanno permesso di gestire meglio le energie”

Openjobmetis Varese - Happy Casa Brindisi 76-74

Bulleri 1: «Una partita dal grandissimo spessore umano. I ragazzi sono stati eccezionali: hanno dato tutto e anche di più. La partita non si era messa bene nel primo tempo ma con grandissimo ardore e sacrificio è stata ribaltata poi nel secondo tempo».

Bulleri 2: «Sono “ultra-felice” per la squadra che arrivava da 40 giorni molto difficili. Molto difficile spiegare cosa vuol dire allenarsi da soli, in 4 o in 5, sapendo che i compagni sono a casa con questa malattia. Oggi tutti i ragazzi hanno dato l’ennesima prova del loro spessore morale, poi ovviamente oggi ci sono state giocate tecniche che ci hanno permesso di vincere delle quali sono contentissimo».

Vitucci 1: Un gran peccato la sconfitta finale dopo una buona partita condotta per almeno tre quarti di gara e sfumata nell’ultimo parziale in cui abbiamo perso un po’ il filo del discorso dal punto di vista offensivo. Varese è stata brava a capitalizzare i nostri errori, mettendo in campo più energia nei momenti cruciali dell’incontro».

Vitucci 2: «Nel finale di gara la differenza l’hanno fatta i piccoli episodi. Il fallo in attacco chiamato a Perkins è stato molto decisivo per le sorti della gara sul -2 e palla a nostro favore. Ora dobbiamo recuperare e farci trovare pronti per un match duro come quello che ci attende domenica in casa di Treviso».

De Vico 1: «Vittoria importantissima. Oggi avevamo qualche rotazione in più, questo ci ha permesso di gestire meglio e di non andare in affanno. Siamo arrivati alla fine con le energie, anche se siamo stati in contatto per tutta la partita. Un ottimo lavoro: ci siamo aiutati e ci siamo sacrificati pur con tantissimi errori in attacco, conclusioni sbagliate da sotto e da fuori, io per primo da tre punti».

De Vico 2: «Nonostante le due assenze (Harrison e Willis, ndr), Brindisi rimane una squadra fortissima che si merita assolutamente di essere tra le prime squadre del campionato. Oggi giocavano con Gaspardo da 3 e in campo erano molto più fisici di noi, questo aggiunge valore alla nostra vittoria».

La Openjobmetis rompe la serie nera: battuta Brindisi sul filo di lana

Marco Tresca
marco.cippio.tresca@gmail.com

 

Rispettare il lettore significa rispettare e descrivere la verità, specialmente quando è complessa. Sostenere il giornalismo locale significa sostenere il nostro territorio. Sostienici.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 04 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.