I circoli Pd di Cairate, Cassano Magnago e Fagnano uniti contro le puzze: “Avanti con le sentinelle”

In una nota i tre segretari chiedono ai sindaci dei rispettivi comuni di passare all'azione col progetto Molf che prevede il coinvolgimento di sentinelle per individuare le cause delle molestie olfattive nell'area di confine tra i tre comuni

puzza

I circoli del PD di Cairate, Cassano Magnago e Fagnano Olona sono concordi nel ritenere la situazione ambientale ai confini dei tre comuni particolarmente problematica, innanzitutto per l’annosa questione degli odori che si ripropone all’inizio della primavera e perdura durante tutta l’estate.

Massimo Canavesi – segretario PD Fagnano Olona, Tommaso Police – segretario PD Cassano Magnago e Andrea Di Donato – segretario PD Cairate, in seguito a ripetute segnalazioni in particolare nel 2020 da parte dei consiglieri PD di Cassano Magnago che ha suscitato il vivo interesse del Ministero dell’Ambiente, annunciano che è stato finalmente istituito tra i tre Comuni il tavolo tecnico con i sindaci, la Provincia di Varese, ARPA e ALFA, assieme ai delegati delle tre aziende dell’area interessata, per predisporre degli interventi per la rilevazione degli odori seguendo il programma MOLF che porterà entro maggio 2021 alla selezione di 50 sentinelle nel territorio coinvolto dal fenomeno.

I tre segretari cittadini fanno sapere che «il Partito Democratico opererà un’azione comune per controllare che queste procedure vengano messe in atto quanto prima e che i risultati vengano comunicati, oltre ad ARPA Lombardia, anche alla cittadinanza e che si giunga, successivamente, alla soluzione del problema. Già in passato la giunta Simonelli aveva monitorato i lavori di sistemazione che coinvolgevano un’azienda al confine tra i tre comuni e la situazione sembrava migliorata fino ad un anno fa».

Nel 2016 anche il Comune di Cassano Magnago si era attivato con l’intento di raccogliere le segnalazioni da parte dei residenti ma all’arrivo di ogni estate il problema purtroppo si è riproposto. Ora arriva la possibile soluzione con l’introduzione delle “sentinelle”: «Riteniamo essere un fatto positivo che le figure preposte al controllo siano anche i cittadini che si propongono in maniera volontaria alle Amministrazioni per il monitoraggio del programma MOLF con il conseguente corso di formazione necessario a realizzarlo. Riteniamo assolutamente necessario promuovere il programma fra i cittadini per stimolare la loro adesione e far comprendere l’importanza del loro impegno. Il Partito Democratico, insieme ai suoi consiglieri nei propri comuni e ai suoi Circoli, è aperto a quanti vogliano svolgere insieme un lavoro di informazione e monitoraggio. Vogliamo continuare a fare la nostra parte al fine di dare una mano concreta per risolvere questa problematica che Cairate, Cassano Magnago e Fagnano Olona si stanno trascinando da molti anni».

Un’altra questione spinosa riguarda il problema dei rifiuti abbandonati lungo le strade che costeggiano le zone boschive. Da parecchio tempo tutta l’area è afflitta da questo fenomeno, ma non si sono trovate altre soluzioni se non la ripulitura durante le giornate ecologiche: «Anche su questo tema il Partito Democratico sta discutendo su quali iniziative sia meglio proporre alle Amministrazioni per promuovere il rispetto dell’ambiente. Si tratta infatti di una questione di educazione ambientale che non è disgiunta dall’efficacia delle disposizioni in merito alla raccolta differenziata: il cittadino va non solo informato, ma anche messo nelle condizioni di procedere al corretto smaltimento dei rifiuti anche con forme di incentivazione e non solo di controllo e sanzione. Sarebbe auspicabile vivere il nostro territorio, comprese queste aree periferiche, in un’ottica green rinnovando le vie di comunicazioni con un nuovo sistema di illuminazione e percorsi ciclopedonali in aree verdi adeguatamente attrezzate sul modello delle “Costiola” che porta dal centro cittadino di Fagnano al fondovalle. E’ improrogabile attuare un nuovo Patto ecologico tra cittadini, imprese e istituzioni affinché nell’immediato futuro si possa realizzare una rivoluzione green che rimetta al centro della politica un rapporto armonico tra l’uomo e la natura».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 31 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.